Quantcast

Coldiretti, Agripiace protagonista domani al Mercato di Campagna Amica Bio

Grande aspettative per domani, 5 settembre, quando aprirà il Mercato di Campagna Amica Bio, ospiti una selezione delle migliori aziende biologiche dell’Emilia Romagna.

Più informazioni su

Grande aspettative per domani, 5 settembre, quando aprirà il Mercato di Campagna Amica Bio, ospiti una selezione delle migliori aziende biologiche dell’Emilia Romagna.
A portare la bandiera piacentina sarà la cooperativa Agripiace, una realtà che ha fatto scuola e che viene utilizzata come modello anche a livello internazionale, l’unica in tutta Italia a produrre Grana Padano Biologico.
 
Il biologico oggi non è più una moda, ma un vero e proprio stile di vita, un nuovo modo di intendere l’acquisto sia esso alimentare o meno. A parlare sono i numeri: in un momento di crisi di consumi come quello che stiamo vivendo, il bio riesce a segnare una aumento degli acquisti del +9% mentre il numero degli operatori bio (49.709) cresce al ritmo incalzante del +3% annuo e la superficie coltivata con metodo biologico risulta ad oggi pari a 1.167.362 ettari per un giro di affari di 3.1 miliardi di euro, insomma, quando oggi parliamo di comparto biologico non parliamo più di nicchia e Coldiretti e Campagna Amica lo sanno perfettamente.
 
Durante la giornata di domani gli esperti Coldiretti mostreranno ai visitatori come realizzare un orto verticale in poco spazio, ma anche le meraviglie biologiche e i prodotti più originali nella mostra del bio…insomma, nel cuore di Bologna, alla vigilia del Sana, Campagna Amica porta tutta l’arte biologica dell’Emilia Romagna.
 
“In questi tempi di incertezza e sfiducia, afferma la responsabile provinciale e regionale di Campagna Amica Elisabetta Montesissa, il biologico riesce a garantire ai consumatori una sicurezza alimentare assoluta ma anche la possibilità di sostenere quelle aziende delle zone più svantaggiate ma che sono patrimonio unico del nostro territorio. In Emilia Romagna ed in particolare nella provincia di Piacenza, le aziende biologiche si concentrano principalmente nelle aree di collina e di montagna, dove è più difficile lavorare ma anche dove si riesce a garantire maggior salubrità. Acquistando un prodotto bio dunque non si fa solo il proprio bene ma anche quello di un azienda che riesce a garantire la vita della montagna e la difesa del suolo e di questo oggi il consumatore è consapevole.”
 
Presente al grande evento anche il presidente di Coldiretti Piacenza nonché vice presidente regionale e presidente di Agripiace, Luigi Bisi: “E’ un piacere organizzare e partecipare ad eventi come questi che ci aiutano a raggiungere il consumatore e far breccia nel suo cuore con la trasparenza dei prodotti biologici. Mi piace pensare ad Agripiace come un condensato del meglio delle nostre montagne e portarlo “in mostra” è qualcosa che mi rende molto orgoglioso, ma dovremmo esserlo tutti poiché queste sono le nostre montagne e i frutti che ne derivano sono fondamentali non solo in termini economici ma anche di coesione sociale”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.