Quantcast

Conto metalmeccanici, assoluzione per Gianni Salerno

Era accusato di appropriazione indebita per la vicenda del conto corrente intestato a Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil. A pronunciare la sentenza il giudice Elena Stoppini, accogliendo la domanda del difensore di Salerno, Cosimo Pricolo, ma anche del pubblico ministero Antonio Colonna.

Più informazioni su

Assoluzione per Gianni Salerno nel processo che lo vedeva imputato con l’accusa di appropriazione indebita per la vicenda del conto corrente intestato a Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil. A pronunciare la sentenza nel pomeriggio di lunedì in Tribunale, perchè il fatto non sussiste, il giudice Elena Stoppini, accogliendo la richiesta del difensore di Salerno, Cosimo Pricolo, ma anche del pubblico ministero Antonio Colonna. L’ex segretario provinciale della Cisl era accusato di essersi appropriato di circa 200mila euro da un conto intestato ai sindacati dei metalmeccanici. 

In realtà è emerso come le somme sul conto corrente fossero frutto di consulenze professionali fornite da Salerno in particolare a tre imprenditori; non sono inoltre stati ravvisati elementi tali da poter ricondurre lo stesso conto alla gestione dei sindacati.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.