Quantcast

Dimensione sociale, nuovo incontro in Provincia. Prosegue il confronto

Nell'incontro con i sindacati sono state analizzate le problematiche e le istanze dei lavoratori, che - come è stato sottolineato - hanno proseguito con senso di responsabilità il proprio lavoro, ben consapevoli del significato dei servizi a loro richiesti

Nuovo incontro nelle scorse ore in Provincia sul caso della cooperativa Dimensione Sociale. Gli assessori alle Politiche del Lavoro dell’ente di corso Garibaldi, Andrea Paparo, e del Comune di Piacenza Luigi Rabuffi, hanno incontrato ieri le organizzazioni sindacali unitamente ai rappresentanti dei lavoratori della Cooperativa, interessata da qualche mese da vicende e problematiche correlate ai ritardi nelle retribuzioni di circa 200 lavoratori che erogano servizi principalmente nell’ambito dell’Asp Città di Piacenza (Vittorio Emanuele), della Casa di riposo  “Maruffi” e della Casa di riposo di Pecorara.

Nell’incontro con i sindacati sono state analizzate le problematiche e le istanze dei lavoratori, che – come è stato sottolineato – hanno proseguito con senso di responsabilità il proprio lavoro, ben consapevoli del significato dei servizi a loro richiesti. “Da parte delle istituzioni – hanno garantito gli assessori Paparo e Rabuffi – a fronte di un impegno costante dei lavoratori in un contesto di pesante incertezza,  non mancheranno la massima attenzione alle problematiche rappresentate e la possibilità di valutare, insieme ai sindacati,  l’opportunità di proseguire nelle azioni di confronto con i numerosi attori coinvolti nella vicenda”. “La Provincia – ha aggiunto Paparo – conferma la propria disponibilità, come nelle altre vertenze,  ad agevolare la risoluzione della delicata vicenda”.

“E’ il momento – hanno sottolineato i rappresentanti delle parti sociali Gaetano Bonetti (Fp Cgil),  Marco Orlandi (Fp Cisl) e Gian Maria Pighi (Uil Fpl) – di costituire un tavolo istituzionale alla presenza di tutte le parti coinvolte per ragionare sulla situazione economica e finanziaria della cooperativa. I tempi stringono ed è necessario arrivare al prossimo confronto con un’idea precisa sulle strategie di intervento, consapevoli che il servizio non può essere interrotto e che i lavoratori non devono perdere la propria occupazione. E’ necessaria una risposta concreta sul bilancio”. L’incontro delle scorse ore fa seguito ad una precedente riunione in Provincia che aveva consentito di sbloccare il pagamento degli stipendi di luglio. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.