Quantcast

Fruttini nuovo comandante dei carabinieri, una carriera tra Sicilia e Calabria foto

Ha preso servizio ufficialmente da lunedì il colonnello Filippo Fruttini, nuovo comandante provinciale dei carabinieri. Sostituisce il colonnello Paolo Rota Gelpi, che dopo sei anni a Piacenza è passato a ricoprire l’incarico di vice comandante della Legione Lombardia

Ha preso servizio ufficialmente da lunedì il colonnello Filippo Fruttini, nuovo comandante provinciale dei carabinieri. Sostituisce il colonnello Paolo Rota Gelpi, che dopo sei anni a Piacenza è passato a ricoprire l’incarico di vice comandante della Legione Lombardia.

49 anni, originario di Perugia, il colonnello Fruttini proviene da Catanzaro, dove ha ricoperto il ruolo di capo ufficio OAIO della Legione Carabinieri “Calabria”. Proprio tra la Calabria e la Sicilia ha trascorso gran parte della sua carriera: dopo aver frequentato l’Accademia Militare di Modena e la Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma ha ricoperto gli incarichi di comandante di Plotone e Compagnia presso il 12° Battaglione Carabinieri “Sicilia”, del Nucleo Operativo del Comando Provinciale di Caltanissetta, delle Compagnie di Isernia e Melito Porto Salvo (RC), della Sezione Anticrimine di Catania, del Reparto Operativo di Aosta, del Nucleo Operativo e del Reparto Operativo di Reggio Calabria, del 12° Battaglione Carabinieri “Sicilia”.

“Arrivo in una città che non conosco e nella quale mi dovrò ambientare visto che un’attivita efficace parte da una buona conoscenza del territorio – ha spiegato il neo comandante che questa mattina ha incontrato il sindaco Paolo Dosi e il presidente del provincia Massimo Trespidi – ho comunque trovato un comando provinciale ben strutturato a riprova dell’ottimo lavoro tracciato dal mio predecessore di cui spero di seguire il solco”.


L’INCONTRO CON TRESPIDI
– Il presidente della Provincia di Piacenza Massimo Trespidi ha incontrato questa mattina il nuovo comandante provinciale dell’Arma dei carabinieri, il colonnello Filippo Fruttini, in visita ufficiale nel palazzo di corso Garibaldi. Fruttini, che ha preso servizio lunedì a Piacenza, subentra al posto del colonnello Paolo Rota Gelpi, oggi vicecomandante della Regione Lombardia.

“Confermo – ha detto il presidente Trespidi – la totale disponibilità dell’Amministrazione provinciale, in linea con quanto accaduto in passato, a costruire una proficua e concreta collaborazione con l’Arma dei carabinieri. Colgo l’occasione per rivolgere al colonnello Fruttini e alle forze dell’ordine e di sicurezza locali un vivo apprezzamento per la risposta immediata e tempestiva all’omicidio di via Colombo e per il lavoro ancora in corso per la risoluzione del caso”. “Il risultato oggi raggiunto sul recente fatto di cronaca che ha sconvolto la città – ha sottolineato dal canto suo il colonnello Fruttini – è il segno di un lavoro di squadra efficace. Il mio impegno sarà quello di proseguire l’ottimo lavoro portato avanti a Piacenza da chi mi ha preceduto in uno spirito di forte collaborazione con le istituzioni”.


L’INCONTRO CON DOSI
– Incontrando il sindaco Paolo Dosi, il comandante Fruttini ha sottolineato di essere particolarmente lieto di approdare nella nostra città, dove intende svolgere il proprio compito con la massima professionalità e con grande scrupolosità. Il primo cittadino ha invece formulato al neocomandante i migliori auguri per la recente nomina. L’incontro è stato l’occasione per riflettere sullo stato della sicurezza urbana a Piacenza, anche alla luce dei più recenti episodi di cronaca nera che hanno segnato in negativo la vita cittadina.

“Da sempre – ha affermato il sindaco – il Comune di Piacenza opera con spirito di collaborazione con tutte le istituzioni civili e militari sul territorio. Il periodo che stiamo attraversando, per la società italiana come per la nostra città, è particolarmente difficile, e quindi a tutti i soggetti coinvolti è richiesto il massimo impegno, a tutela della sicurezza e della coesione sociale. L’Amministrazione comunale e il Comando provinciale dei Carabinieri continueranno a fare la loro parte – ha concluso Dosi – cercando di svolgere, come sempre, un ruolo propositivo e attivo sul territorio per il benessere della comunità piacentina”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.