Quantcast

Il Pro torna alla vecchia maglia. “Il Siboni va coperto”

L’occasione per tornare a parlare della condizione dello stadio Siboni e della mancanza di una tettoia di copertura è la presentazione del nuovo sponsor del Pro Piacenz

Più informazioni su

L’occasione per tornare a parlare della condizione dello stadio Siboni e della mancanza di una tettoia di copertura è la presentazione del nuovo sponsor del Pro Piacenza, che comparirà a partire dalle prossime partite sulla nuova maglia presentata dal club. Un ritorno alle origini per il Pro che dopo aver cambiato denominazione in estate (da Atletico Bp Pro Piacenza allo storico Pro Piacenza 1919) ora torna all’antico anche con le magliette da gioco: la prima a strisce sottili verticali rossonera e la seconda totalmente azzurra. A fare gli onori di casa Bruno Giglio, accompagnato dai vicepresidenti Pietro Tacchini ed Enrico Molinari, insieme allo sponsor Claudio Scorsetti (Euchem) figlio del presidente Domenico. «Ho ritrovato nel Pro le stesse qualità che ritrovo in me stesso, cioè volontà di crescere passo dopo passo e per questo motivo ho deciso di affiancare il club nel suo percorso, avendo già lavorato per altre società di calcio».

LEGGI TUTTO SU SPORTPIACENZA.IT

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.