Quantcast

Lavoro: due terzi delle assunzioni a termine. 3,3 milioni di ore di cassa integrazione nel 2013

Nel periodo aprile-giugno 2013 le persone che si sono presentate ai Centri per l’Impiego della provincia di Piacenza per iscriversi sono state 1.807

Più informazioni su

La crisi economica che perdura ormai da diversi anni non sembra mostrare segnali di attenuazione sul nostro territorio. Secondo lo studio sulla situazione del mercato del lavoro in provincia di Piacenza nel II trimestre 2013, pubblicato dalla Provincia, i dati sono ancora con parecchi segni meno.
 
Più italiani, donne e over35. Nel periodo aprile-giugno 2013 le persone che si sono presentate ai Centri per l’Impiego della provincia di Piacenza per iscriversi e dichiarare l’immediata disponibilità al lavoro sono state 1.807. I dati relativi ai flussi di ingresso nello stato di disoccupazione confermano l’intensità di questa fase di crisi: nel periodo considerato, infatti, si registra un incremento di 80 unità (+5%) rispetto al II trimestre 2012 e di 134 unità (+8%) rispetto al II trimestre 2011. Crescono le donne (+5%), gli over35 (+4%) e gli italiani (+10%).
 
Meno accessi al lavoro (-8%) e più “precari”. Per quanto riguarda i tipi di contratto negli avviamenti al lavoro, calati nel loro complesso dell’8%, l’unico a crescere è il tirocinio (+52%), più che altro per motivi legislativi, dovuti al confronto con il 2012 quando erano entrate in vigore norme più stringenti. Calano tempo determinato (-4%), apprendistato (-11%), tempo indeterminato (-18%) e lavoro a progetto (-25%). Continua così l’incremento della “flessibilità in ingresso”, con sempre più contratti a tempo determinato: confrontando i mesi da aprile a giugno, dal 2008 al 2013, si vede come siano passati dal 50% al 66% del totale. Tra quelli nuovi, due contratti su tre sono oggi a tempo determinato.

Cassa integrazione, oltre tre milioni di ore. Secondo i dati Inps nei primi sei mesi del 2013 a Piacenza sono state complessivamente autorizzate 3.339.504 ore di cassa integrazione, così ripartite in base alla tipologia: 1.010.488 sono le ore concesse per interventi ordinari, 1.270.076 quelle concesse per interventi straordinari, mentre le ore autorizzate per la cassa integrazione in deroga sono risultate 1.058.940. La distribuzione delle ore complessive di cassa integrazione nei settori economici mostra il peso significativo dell’industria metalmeccanica, che nel periodo gennaio/giugno 2013 ha avuto oltre 1,3 milioni di ore autorizzate, il 41% del totale. Altri settori che hanno risentito degli effetti della congiuntura negativa sono l’edilizia e il commercio, con oltre mezzo milione di ore approvate, e l’industria della trasformazione di minerali non metalliferi (quasi 351mila ore).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.