Quantcast

Liceo Gioia, ecco la classe “digitale”: gli e-book al posto dei libri foto

E-book al posto dei libri e lezioni in podcast. I ragazzi saranno protagonisti di una nuova sperimentazione didattica, che fede la docente Elena Gabbiani come cuore e mente del progetto

Più informazioni su

Inizio d’anno in “digitale” per i ragazzi della classe 1 SE del liceo Gioia di Piacenza (indirizzo scientifico). I ragazzi saranno protagonisti di una nuova sperimentazione didattica, che fede la docente Elena Gabbiani come cuore e mente del progetto. Al posto di pesanti e polverosi libri di testo ci saranno gli e-book, scaricabili on line, e i docenti metteranno a disposizione le lezioni sotto forma di podcast, come hanno spiegato Giovanna Malchiodi, insegnante di inglese e Maria Augusta Schippisi, collega di storia, mentre Elisabetta Peruzzi di italiano era intenta nella prima lezione.

“Questa e’ una classe completamente in digitale – spiega Malchiodi – gli studenti non solo hanno un loro note book, ma faranno lezione a scuola completamente in digitale: i loro libri sono e book, la lezione frontale in aula non ci sara’ più, noi inviamo dei podcast prima dell’esercitazione in aula. Il momento in classe diventa quindi laboratorio. Questo non significa che i ragazzi potranno navigare liberamente e distrarsi con i social network: abbiamo installato programmi per bloccare e sbloccare internet, controlleremo tutto quello che faranno sui Pc.”

“Per quanto riguarda le verifiche, anche in questo caso abbiamo sperimentato un nuovo sistema, per due settimane tre volte durante l’anno sospenderemo l’attività didattica e una singola giornata sara’ dedicata a attività di verifica per ogni materia. Anche i compiti in classe saranno fatti attraverso i pc, affiancati con interrogazioni”.

Il progetto è stato finanziato dalla Banca di Piacenza. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.