Quantcast

Lunedì tutti in classe. “La scuola sia una piazza”, il saluto di Rondanini (Usp)

Lunedì 16 settembre aprono i battenti le scuole di Piacenza e dell’Emilia Romagna. Riportiamo il messaggio augurale del Dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale Luciano Rondanini per l’apertura dell’anno scolastico 2013/ 2014

Più informazioni su

Sono 534.215 gli studenti in Emilia-Romagna – dalla scuola elementare alla scuola secondaria di primo e secondo grado – che inizieranno le lezioni lunedì 16 settembre 2013 e le concluderanno sabato 7 giugno 2014. Sono 47.218 i docenti impegnati nelle 539 istituzioni scolastiche in regione. Nel prossimo anno scolastico, oltre alle domeniche, sono dieci i giorni di festa, che salgono a undici nel caso in cui il Santo patrono cada in un giorno di lezione:  1° novembre, 8 dicembre, Natale, Santo Stefano, Capodanno, Epifania, 25 aprile, Lunedì dell’Angelo, 1° maggio, 2 giugno, festa del patrono. Le lezioni saranno sospese per la commemorazione dei defunti (2 novembre).

Le vacanze di Natale andranno dal 24 al 31 dicembre e dal 2 al 5 gennaio di ciascun anno scolastico, mentre quelle pasquali andranno dai tre giorni precedenti la domenica di Pasqua al martedì immediatamente successivo al Lunedì dell’Angelo.

Le scuole dell’infanzia possono, in base al piano dell’offerta formativa, anticipare la data di apertura e posticipare il termine delle attività didattiche, che deve essere comunque previsto entro il 30 giugno di ciascun anno scolastico. Possono terminare in data successiva al termine delle lezioni le attività inerenti gli esami di Stato conclusivi dei corsi di studio di istruzione secondaria di 1° e 2° grado e i percorsi formativi destinati all’istruzione degli adulti. Possono inoltre anticipare l’inizio delle attività didattiche e terminarle in data successiva gli Istituti secondari di 2° grado per attività di stage e/o di alternanza scuola-lavoro e per gli interventi didattici successivi allo scrutinio finale per gli studenti con giudizio sospeso.

Le singole istituzioni scolastiche hanno facoltà di procedere ad adattamenti del calendario scolastico, purché risulti assicurato il limite minimo di 205 giorni di lezione, nel rispetto delle date di inizio e di termine delle lezioni, nonché delle festività di rilevanza nazionale e dei periodi di sospensione delle lezioni.

Di seguito riportiamo il messaggio augurale del Dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale Luciano Rondanini per l’apertura dell’anno scolastico 2013/ 2014

Ho sempre pensato l’inizio di un nuovo anno scolastico rappresenti l’evento più importante nella vita di una comunità. Infatti, il suono della prima campanella coinvolge nel nostro Paese (tra studenti, genitori, docenti e personale ATA) oltre 20 milioni di persone ogni giorno. Per questo la scuola può essere rappresentata come una grande piazza nella quale tutti i giovani si incontrano: un formidabile spazio pubblico che alimenta dialogo, relazione, amicizia e amore tra studentesse e studenti di tutte le età e di tutte le provenienze sociali, culturali e religiose.

E’, quindi, il primo giorno di scuola un momento di festa e di gioia, ma naturalmente segna anche la ripresa di rinnovati impegni ed inevitabili fatiche. Lo studio, infatti, presuppone rinunce e sfide che, mi auguro, contribuiscano ad accrescere la stima reciproca fra maestri e allievi, tra docenti e genitori, tra la scuole e le altre istituzioni. A tutti, dirigenti, docenti, alunni , genitori e personale amministrativo va il mio più sincero augurio di un sereno e proficuo 2013-2014.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.