Quantcast

Ospedale di Fiorenzuola, Fdi: “L’Ausl costretta a darci ragione”

Nell’ultima assemblea pubblica tenuta dal Comitato per la difesa dell’Ospedale avevamo evidenziato come l’unica strada percorribile per uscire dal “cul de sac” in cui l’AUSL si era andata a chiudere, era quella di commissionare una perizia integrativa alla società a suo tempo incaricata di verificare le condizioni dell’immobile”, lo sostengono Foti, Morganti, Bazzani e Croci, esponenti di Fratelli d’Italia.

Più informazioni su

“Nell’ultima assemblea pubblica tenuta dal Comitato per la difesa dell’Ospedale avevamo evidenziato come l’unica strada percorribile per uscire dal “cul de sac” in cui l’AUSL si era andata a chiudere, era quella di commissionare una perizia integrativa alla società a suo tempo incaricata di verificare le condizioni dell’immobile”, lo sostengono Foti, Morganti, Bazzani e Croci, esponenti di Fratelli d’Italia.
“Non si capisce per quale motivo si sia dovuto perdere altro prezioso tempo prima di decidere ciò che appariva logico e scontato. Appare infatti evidente – aggiungono gli amministratori di Fratelli d’Italia – che solo portando elementi di certezza, in una vicenda amministrativa costellata di dubbi e retromarce, si sarebbe fatto qualcosa di buon senso”.
“Rimane comunque da chiarire, e su questo non arretreremo di un millimetro – concludono Foti, Morganti, Bazzani e Croci – perché prima di acquisire tutti gli elementi necessari ad una presentazione corretta e veritiera delle condizioni in cui versa la parte vecchia dell’Ospedale di Fiorenzuola si sia voluto sollevare un polverone che, come i fatti dimostrano, è servito unicamente ad allarmare oltremodo i cittadini, i dipendenti dell’azienda e gli amministratori ai vari livelli di governo del territorio ”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.