Prove di futuro, a Piacenza seminario nazionale con il ministro Carrozza

"Si tratta di un’iniziativa molto importante, perché è il primo seminario di questo tipo organizzato dal ministero nella Regione Emilia Romagna - spiega il direttore dell’Ufficio scolastico provinciale Luciano Rondanini

Si chiama “Prove di futuro” il seminario organizzato dal ministero dell’università e della Ricerca, in programma a Piacenza il 13 e il 14 settembre nella sede dell’Universita Cattolica e di palazzo Gotico. “Si tratta di un’iniziativa molto importante, perché è il primo seminario di questo tipo organizzato dal ministero nella Regione Emilia Romagna – spiega il direttore dell’Ufficio scolastico provinciale Luciano Rondanini -. In un primo momento sembrava che dovesse essere presente il ministro Cecile Kyenge, ma è impegnata in sessioni di lavoro all’Onu e quindi non è in Italia. All’apertura invece sarà presente il ministro del l’istruzione Maria Chiara Carrozza”.

Al seminario prenderanno parte anche il sottosegretario del Miur, Marco Rossi Doria, durante i lavori di venerdì 13 settembre, mentre il vice ministro Maria Cecilia Guerra interverrà sabato 14 settembre. “Molti temi del nostro seminario ben si accordano al Festival del Diritto, ma sono due iniziative distinte – prosegue Rondanini – anche se con questo appuntamento vogliamo contribuire a “lanciare” la manifestazione in programma a Piacenza alla fine del mese”.

I lavori saranno aperti dal coro del terzo circolo della città. Durante il seminario si affronteranno temi quali la cittadinanza, le discriminazioni nelle scuole e il ruolo della multiculturalita’, la legalità. “L’idea di questo seminario è partita lo scorso anno – aggiunge l’assessore Paola Beltrani – durante il Festival del Diritto, quando ci è stato fatto notare come la nostra esperienza di multiculturalità nelle scuole fosse vista in maniera positiva nel resto d’Italia”.

Mauro Balordi direttore della sede piacentina della Cattolica: “Il numero delle adesioni raggiunte (circa 400) è già significativo del successo di questa manifestazione – aggiunge – e il nostro contributo, oltre ad essere ‘logistico’, si compone della presenza del nostro rettore Anelli e di alcuni nostri docenti tra i relatori”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.