Quantcast

Qualità dell’aria, da domani scattano i divieti

Le disposizioni sono invariate rispetto all’anno scorso, a cominciare dal divieto di circolazione – tra il 1° ottobre 2013 e il 31 marzo 2014 – dal lunedì al venerdì tra le 8.30 e le 18.30, per le tipologie di veicoli più inquinanti (Euro 0 a benzina, Euro 1 o 2 a diesel, senza filtro antiparticolato)

Più informazioni su

Accordo sulla qualità dell’aria, da martedì 1° ottobre le limitazioni al traffico

Tornano in vigore da domani, martedì 1° ottobre, le limitazioni al traffico veicolare previste nell’ambito dell’Accordo regionale sulla qualità dell’aria per il triennio 2012-2015.
Le disposizioni sono invariate rispetto all’anno scorso, a cominciare dal divieto di circolazione – tra il 1° ottobre 2013 e il 31 marzo 2014 – dal lunedì al venerdì tra le 8.30 e le 18.30, per le tipologie di veicoli più inquinanti (Euro 0 a benzina, Euro 1 o 2 a diesel, senza filtro antiparticolato).

GUARDA LE MAPPE CON LE LIMITAZIONI IN CITTA’

Sempre dal 1° ottobre, sino al 30 novembre prossimo, con sospensione nel mese di dicembre e ripresa del provvedimento dal 7 gennaio al 31 marzo, blocco generale del traffico dalle 8.30 alle 18.30, che esclude unicamente i mezzi di livello pari (o successivi) a Euro 4 se a benzina o Euro 3 a diesel, questi ultimi purchè dotati di filtro antiparticolato. Contestualmente, la prima domenica di ogni mese – fatta eccezione per dicembre – riproporrà le stesse limitazioni del giovedì, sempre dalle 8.30 alle 18.30, con facoltà di revoca solo se nei sette giorni precedenti non saranno stati rilevati, sull’intero territorio regionale, superamenti del valore limite di 50 microgrammi di Pm10.

Qualora le centraline di monitoraggio di Piacenza registrassero sforamenti di tale quota per sette giorni consecutivi sul territorio urbano, sono previste misure di emergenza: il dato viene comunicato da Arpa nella giornata del martedì, comportando l’eventuale blocco straordinario della circolazione per la domenica successiva, con le stesse modalità del giovedì.

Nel caso in cui il superamento dei valori si protraesse per 14 giorni consecutivi, a Piacenza o in un’altra provincia emiliano-romagnola, sull’intero territorio regionale si adotteranno, nei Comuni che hanno sottoscritto l’Accordo sulla qualità dell’aria, disposizioni aggiuntive al blocco domenicale del traffico: la riduzione delle temperature di almeno un grado centigrado negli ambienti riscaldati, il divieto di utilizzo di biomasse (legna, pellet, cippato o simili) in sistemi del tipo a camino aperto, negli immobili dotati di altri sistemi di riscaldamento, nonché l’aumento dei controlli sui veicoli in circolazione.

“L’obiettivo – rimarca l’assessore alla Città Sostenibile Luigi Rabuffi – è sempre quello di tutelare la salute dei cittadini, senza dimenticare che l’attuazione di questi provvedimenti consentirà a Piacenza di partecipare a cofinanziamenti regionali per il potenziamento del trasporto pubblico e della mobilità ciclopedonale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.