Quantcast

Sputi ai passanti sul Corso: “Sono dei servizi segreti”

Quando la polizia lo ha controllato non si è scomposto: "Sono dei servizi segreti". In realtà con gli 007 non aveva nulla a che vedere; anzi, alle spalle aveva una lunga serie di precedenti.

Più informazioni su

Quando la polizia lo ha controllato non si è scomposto: “Sono dei servizi segreti”. In realtà con gli 007 non aveva nulla a che vedere; anzi, alle spalle aveva una lunga serie di precedenti.

Il sedicente agente segreto era un 30enne originario della Svizzera ma residente a Firenze. Ad allertare la polizia le segnalazioni di diversi cittadini: il giovane, con tanto di birra in mano, stazionava sul Corso Vittorio Emanuele a Piacenza infastidendo i passanti e spuntando contro di loro. Gli agenti delle volanti lo hanno quindi identificato e controllato sentendosi rispondere che avevano di fronte un appartenente ai servizi segreti. Appurata la sua vera identità, è stato condotto in questura da dove è uscito con un divieto di ritorno nella nostra città.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.