Trespidi “Felice del ritorno a Forza Italia”. Pdl in attesa

Massimo Trespidi, presidente della Provincia provinciale di Piacenza e ancora, di fatto il coordinatore provinciale del Pdl, commenta così l’appello lanciato nei giorni da Silvio Berlusconi alla "rifondazione" di Forza Italia.

Più informazioni su

“Sono stato l’ultimo segretario provinciale di Forza Italia, non posso che essere contento di un ritorno a questo partito”. Massimo Trespidi, presidente della Provincia provinciale di Piacenza e ancora, di fatto il coordinatore provinciale del Pdl, commenta così l’appello lanciato nei giorni da Silvio Berlusconi alla “rifondazione” di Forza Italia. “Siamo ancora – continua il presidente Trespidi – al livello delle esternazioni televisive, non abbiamo ancora ricevuto nessuna indicazione a livello centrale, ma confidiamo che entro ottobre la situazione possa evolvere”. 

Un annuncio che ha già dato il via a fibrillazioni nelle amministrazioni locali: a Bologna il gruppo consiliare del Pdl ha già intenzione di cambiare il nome. E a Piacenza? In Provincia la nascita di nuovi gruppi consiliari è bloccata dal regolamento, che la autorizza solo all’insediamento dell’assemblea stessa e la vieta durante il mandato. Chi non si riconosce più nel partito d’elezione, può solo abbracciare il gruppo misto. Potrebbe risolvere la situazione la mozione presentata da alcuni consiglieri provinciali che hanno aderito a Fratelli d’Italia ma che formalmente fanno parte ancora del Pdl, ossia Michele Magnaschi, Filippo Bertolini e Simone Mazza. La loro proposta prevede proprio questo, quello di poter far nascere un nuovo gruppo consiliare, e sarà discussa in occasione del prossimo consiglio. Possibile quindi che possa incontrare il favore degli ex compagni di partito intenzionati ad appoggiare Forza Italia. 

A Palazzo Mercanti invece non esistono intoppi burocratici, ma il capogruppo Pdl, Marco Tassi, fa notare come il progetto progetto sia ancora “agli albori. Stiamo aspettando di conoscere gli elementi programmatici di questa iniziativa. Il nostro gruppo è compatto”. “Quello di Berlusconi è un rilancio ideale di Forza Italia, dobbiamo ancora capire come si tradurrà in pratica – continua il consigliere del Pdl Giovanni Botti -. Se Forza Italia sarà un partito in grado di permettere al centrodestra di proseguire nella sua storia, di garantire un rinnovamento non solo generazionale, ma di contenuti e di idee, aperto alla società civile, allora “Viva Forza Italia”. Adesso come adesso cercheremo di portare avanti il nostro impegno, in quanto eletti nel Pdl”. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.