Quantcast

Via Colombo, fermato a Malpensa il presunto killer. Alle 12 parla la Procura foto

Delle indagini si stanno occupando gli uomini della squadra mobile: sentite numerose persone, al vaglio le immagini delle telecamere di sorveglianza della zona

FERMATI DUE UOMINI A MALPENSA – La squadra mobile di Piacenza ha bloccato nel pomeriggio di ieri due uomini all’aeroporto di Malpensa. I fermati sono  di origine albanese e probabilmente si trovavano nei pressi dello scalo milanese in procinto di imbarcarsi su un volo diretto all’estero. L’ipotesi è che si tratti del materiale esecutore dell’omicidio di via Colombo e di un complice.

Alle 12 è stata convocata una conferenza stampa alla Procura della Repubblica di Piacenza durante la quale saranno forniti maggiori dettagli.

Un regolamento di conti o una vendetta privata. Sarebbero queste le piste al vaglio degli inquirenti sull’omicidio di Sadik Hajderi, il 40enne albanese brutalmente assassinato ieri sera alla Lupa da un uomo che ha sparato nel bar dove la vittima si trovava insieme a numerosi avventori. Delle indagini si stanno occupando gli uomini della squadra mobile della questura di Piacenza, coordinati dalla Procura, che nelle ultime ore hanno sentito numerose persone; al vaglio anche le immagini delle telecamere di sorveglianza della zona alla ricerca di elementi utili.

Bocche cucite degli inquirenti sulla vicenda, a partire dal possibile movente: viste le modalità di quella che è stata una vera e propria esecuzione si potrebbe pensare ad un regolamento di conti nell’ambito della criminalità organizzata, anche se dai primi accertamenti la vittima non sembrerebbe legata a clan malavitosi. Ma non sarebbe da escludere anche l’ipotesi di una tragica vendetta per uno sgarbo personale.

L’OMICIDIO – Secondo quanto riferito da alcuni testimoni tutto sarebbe accaduto poco dopo le 20. Da un’utilitaria grigia, sembra una Fiat Punto, fermatasi nel piazzale a pochi metri dal bar sarebbero scesi due uomini, uno dei quali a volto scoperto avrebbe improvvisamente estratto una pistola facendo fuoco contro Hajderi, seduto su un tavolino all’esterno del bar con alcuni connazionali.

L’uomo è stato colpito al petto: nonostante la ferita ha tentato di alzarsi e fuggire, ma è stato nuovamente raggiunto alla schiena da un secondo colpo esploso dall’arma che non gli ha lasciato scampo. Un terzo colpo ha ferito al braccio un altro avventore che si trovava accanto alla vittima: quest’ultimo ha raggiunto l’ospedale da solo dove è stato medicato. Ancora non è chiaro se il colpo sia stato sparato intenzionalmente contro di lui o lo abbia invece raggiunto in modo accidentale. L’assassino, raggiunto il suo scopo, è quindi risalito rapidamente in auto con il complice, allontanandosi rapidamente e facendo perdere le proprie tracce. 

Esecuzione in via Colombo, Dosi e Trespidi: “Servono più controlli”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.