Quantcast

Visita alla Croce Rossa per il neo comandante dei carabinieri

Durante l’incontro Zurla ha illustrato al colonnello Fruttini le numerose attività svolte da Croce Rossa Italiana, fra le quali in particolare i servizi di emergenza - urgenza, il trasposto degli infermi, l’assistenza alle persone in difficoltà, la distribuzione di viveri, ma anche i corsi di formazione aperti alla collettività

L’11 settembre 2013 il nuovo Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri col. Filippo Fruttini, accompagnato dal col. Edoardo Cappellano, ha visitato la sede provinciale della Croce Rossa di Viale Malta 5 ed ha incontrato il Presidente provinciale dott. Renato Zurla; all’incontro hanno partecipato anche Carlo Sartori, delegato C.R.I. per la protezione civile, Giuliana Ceriati, Ispettrice delle Infermiere Volontarie, ed Antonio Cardinali, in rappresentanza del Corpo Militare della Croce Rossa.

Durante l’incontro Zurla ha illustrato al colonnello Fruttini le numerose attività svolte da Croce Rossa Italiana, fra le quali in particolare i servizi di emergenza – urgenza, il trasposto degli infermi, l’assistenza alle persone in difficoltà, la distribuzione di viveri, ma anche i corsi di formazione aperti alla collettività (ad es. quello sulle manovre per la disostruzione delle vie aeree in età pediatrica), nonchè tutte le attività inerenti la protezione civile, spesso svolte in stretta collaborazione con le varie Istituzioni piacentine.

Il dott. Zurla ha anticipato al Comandante provinciale dell’Arma alcuni progetti che vedranno la luce fra la fine del 2013 ed il 2014 (fra gli altri il concerto del quintetto romano L’Archipiano di sabato 21 settembre in Prefettura e quello del cantautore piacentino Daniele Ronda di sabato 26 ottobre al Teatro Municipale di Piacenza, entrambi finalizzati a promuovere una raccolta di fondi da destinare alle varie attività dell’Ente), ma ha parlato anche delle difficoltà che devono essere affrontate per affrontare le nuove povertà e per la ristrutturazione della sede provinciale, ormai inadeguata alle sempre maggiori necessità e compiti della Croce Rossa.

Al termine del colloquio il colonnello Fruttini si è detto certo che l’attività di collaborazione fra la Croce Rossa Italiana di Piacenza e l’Arma dei Carabinieri proseguirà anche in futuro ed ha auspicato che possa aumentare ulteriormente, ad esempio per approfondire con gli studenti il tema delle dipendenze e combattere la diffusione di alcool e droghe.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.