Quantcast

Attività venatoria, in Provincia i Cobas della caccia

Trespidi e Ghilardelli: “In corso valutazioni sulle proposte pervenute da tutte le associazioni venatorie”

Il presidente della Provincia di Piacenza Massimo Trespidi e l’assessore alla Tutela faunistica Manuel Ghilardelli hanno incontrato nei giorni scorsi i rappresentanti del comitato cacciatori di Piacenza (Cobas caccia).

Durante il confronto i rappresentanti dei Cobas (Giovanni Bertaglia, Daniele Ottola, Germano Lovotti e Cesare Calza) hanno ribadito all’amministrazione provinciale la richiesta di ridurre il numero degli ambiti territoriali di caccia (da 11 a 4) nell’ambito di una revisione generale del sistema. In secondo luogo ancora i Cobas hanno suggerito alla Provincia la possibilità di incentivare gli agricoltori ad allevare in aree protette le lepri da mettere poi a disposizione dei cacciatori, evitando così l’immissione di selvaggina extra-provinciale per l’attività venatoria.

“Le proposte dei rappresentanti del Comitato Cacciatori di Piacenza – hanno dichiarato al termine dell’incontro Trespidi e Ghilardelli – saranno valutate dall’Amministrazione provinciale anche in rapporto alle sollecitazioni in arrivo dalle altre associazioni del territorio”. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.