Quantcast

Calendario Verdi 200, Pollastri: “Troppo poco spazio per Piacenza”

“La Regione garantisca pari dignità per Piacenza nell’ambito delle celebrazioni verdiane”, è l’invito che Andrea Pollastri (PdL) ha rivolto, con un’interrogazione, alla Giunta Regionale

Più informazioni su

“La Regione garantisca pari dignità per Piacenza nell’ambito delle celebrazioni verdiane”, è l’invito che Andrea Pollastri (PdL) ha rivolto, con un’interrogazione, alla Giunta Regionale.

La Regione, per celebrare il “Bicentenario Verdiano”, ha attivato un’importante serie di iniziative, tra cui il video “Buon compleanno maestro”, con interviste ai protagonisti verdiani del nostro territorio, una app, per seguire gli eventi, un gioco per conoscerne la storia ed un calendario di spettacoli. È stato anche creato il sito www.giuseppeverdi.it per fornire una corretta informazione sugli eventi, ma anche per far conoscere le opere ed i luoghi verdiani.

Sul sito si trova anche il Cartellone Verdi 200 digitale, un programma coordinato dall’Assessorato alla Cultura, in collaborazione con il Teatro Comunale di Bologna e il supporto tecnico di Lepida, composto da tredici spettacoli, realizzati nei teatri della Regione appartenenti alla rete TeatroNet. Tutto il Cartellone Verdi 200 sarà visibile gratuitamente sul sito, su iPad e in alcuni luoghi che si sono resi disponibili a trasmettere la diretta come teatri, biblioteche, conservatori, scuole, piazze, ecc., ma anche negli Istituti di Cultura Italiana all’estero.

“Delle tredici manifestazioni promosse dalla Regione nel Cartellone Verdi 200 – spiega Pollastri – solo una si svolge a Piacenza anzi, si è già svolta sabato scorso, ed era la diretta dell’Opera “Luisa Miller”.”  “Inoltre – prosegue – aprendo il sito www.giuseppeverdi.it campeggiano, accanto al logo dell’iniziativa, quelli della Regione e della Provincia di Parma, mentre manca quello della Provincia di Piacenza benché quest’ultima appartenga, al pari di Parma, ai luoghi verdiani per eccellenza.

Non si può dimenticare, infatti, che la vita del Maestro si svolse a cavallo tra le due Province ma da Piacenza provenivano i suoi genitori, lì visse gran parte della sua vita, vi svolse la sua attività amministrativa come Consigliere Provinciale e Consigliere Comunale di ViIlanova e diede vita a numerose opere benefiche, tra cui l’ospedale di Villanova.”

“Chiedo alla Regione – chiosa l’azzurro – di dare piena dignità alla storia verdiana della Provincia di Piacenza e, per questo, intendo conoscere perché sul sito www.giuseppeverdi.it non vi sia anche quello della Provincia di Piacenza e come mai il Teatro di Piacenza non abbia avuta debita visibilità Cartellone Verdi 200, né nella sua organizzazione, fatta solo col Comunale di Bologna, né nella scelta degli spettacoli, di cui a Piacenza ne è toccato soltanto uno”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.