Quantcast

Congresso Pd, sfida tra Valla, Molinari e Rapetti foto

Sarà una sfida a tre, salvo sorprese dell’ultim’ora, la contesa per il nuovo segretario provinciale del Partito Democratico di Piacenza. E sarà una sfida per due terzi al femminile: dopo Elisabetta Rapetti

Più informazioni su

Sarà una sfida a tre, salvo sorprese dell’ultim’ora, la contesa per il nuovo segretario provinciale del Partito Democratico di Piacenza. E sarà una sfida per due terzi al femminile: dopo Elisabetta Rapetti, segretaria del circolo di Gossolengo, infatti a scendere in lizza è Roberta Valla, vicesindaco di Travo. ll terzo aspirante è il sindaco di Vernasca Gianluigi Molinari.

Il termine ultimo per candidarsi alla carica di segretario provinciale del Partito Democratico scade venerdì 11 ottobre alle 20, ma i giochi paiono sostanzialmente fatti. La novità delle ultime ore è la candidatura di Roberta Valla, espressione di un’area variegata che si potrebbe etichettare bersaniana. Fino a qualche giorno pareva che il portacolori di questo schieramento potesse essere il consigliere comunale Christian Fiazza, ma alla fine è arrivato il diniego. Con ogni probabilità correrà per essere riconfermato alla segreteria cittadina. 

La scelta è così caduta sulla Valla, amministratrice (è vicesindaco di Travo) e “nativa” del Partito Democratico (si è iscritta per la prima volta nel 2008), considerata la carta più efficace da contrapporre a Gianluigi Molinari, sindaco di Vernasca e sostenuto dai “renziani”. Molinari si è più volte espresso a favore di un partito più aperto e inclusivo, capace di attivare nuovi meccanismi di partecipazione. A fare da “terzo incomodo” Elisabetta Rapetti, che si è fatta promotrice nelle settimane passate del gruppo “Oltre le correnti”.

Il percorso congressuale prevede la celebrazione delle assise di circolo tra il 14 ottobre e il 4 novembre: a Piacenza e provincia sono 39 i circoli territoriali, ma è scontato l’accorpamento di alcune sezioni come le quattro del capuoluogo, che per statuto si unificheranno.

Potranno eleggere il nuovo segretario provinciale e quello di circolo soltanto gli iscritti (che ad oggi sono 800 in provincia con una percentuale di rinnovo finora del 51 %, in linea con l’anno passato), ma sarà possibile aderire fino al giorno del congresso. Mentre per candidarsi a segretario provinciale è necessario dimostrare di essere iscritti al settembre 2013 e raccogliere le firme del 10 per cento dell’assemblea provinciale (in tutto 22 persone) oppure il 3 per cento degli iscritti. La ratifica del nuovo segretario provinciale è prevista dalla prima riunione della nuova assemblea programmata per il 6 novembre.   

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.