Quantcast

Copra Elior secondo al torneo Itely sconfitto da Cuneo (2-3)

Dopo la brillante prova delle Semifinali di ieri pomeriggio, prova che ha visto la Copra Elior avere la meglio sui padroni di casa della Itely Milano per 3-0 (25-20; 25-16; 25-18)

Più informazioni su

COPRA ELIOR PIACENZA-BRE LANNUTTI CUNEO 2-3 (25-13, 21-25, 17-25, 25-20, 13-15)

COPRA ELIOR PIACENZA: Fei 7, Vettori 11, Kaliberda 19, Simon 4, De Cecco 4, Papi 11, Marra (L), Le Roux 8, Partenaio, Tencati 3. N.e.: Zlatanov, Husaj. All.: Monti
BRE LANNUTTI CUNEO: Maruotti 13, De Togni 7, Rouzier 15, Antonov 14, Kohut 10, Grbic 3, De Pandis (L), Marchisio, Casadei 8, Alletti 1. N.e.: Gonzalez, Tsioumakis. All.: Piazza
ARBITRI: Boris e Simbari

NOTE: Durata set: 18’, 20’, 20’, 24’, 17’ per un totale di 1 ora 39 minuti di gioco
Copra Elior Piacenza: battute sbagliate 17, ace 2, ricezione positiva 52 per cento, attacco 54 per cento, muri 12, errori 27
Bre Lannutti Cuneo: battute sbagliate 22, ace 9, ricezione positiva 48 per cento, attacco 50 per cento, muri 10, errori 34.

Milano – Il Torneo Itely si conclude sul secondo gradino del podio per i ragazzi di Luca Monti.

Dopo la brillante prova delle Semifinali di ieri pomeriggio, prova che ha visto la Copra Elior avere la meglio sui padroni di casa della Itely Milano per 3-0 (25-20; 25-16; 25-18), i piacentini si sono confrontati nella finalissima con la Bre Banca Lannutti Cuneo, giunta alla gara per il primo e secondo posto dopo aver battuto, ieri sera, il sestetto dell’Energy Investments Lugano per 3-2 (28-26; 25-22; 22-25; 17-25; 15-12).

Ieri i biancorossi avevano messo in luce dei buoni fondamentali, tra questi un superbo muro (13 a fine gara, tra i migliori Le Roux e Fei) e un buon attacco (57% contro il 37% di Milano). Riflettori accesi sugli ultimi 2 ingressi piacentini: Le Roux e Kaliberda, in campo fin dall’inizio, si sono dimostrati i migliori realizzatori totalizzando rispettivamente 19 (1 ace, 4 muri e 64% in attacco) e 10 punti (1 muro e 60% in attacco).

Storia ben differente per la finale di questa sera. Esclusi Zlatanov, Husaj e Smerilli tutti gli altri biancorossi hanno avuto modo di solcare il campo del Centro Pavesi di Milano.
La finale si è protratta fino al quinto set: dopo il primo parziale unilaterale e a favore della Copra Elior (25-13), i ragazzi di Monti hanno dovuto chinare il capo per le successive due frazioni (21-25 e 17-25) per poi ritrovare le forze nel quarto set (25-20) e trascinare i piemontesi al tie break (13-15).

Cuneo vince il confronto grazie a una battuta più incisiva (9 ace contro i 2 biancorossi) e a un attacco meno falloso. La Copra Elior supera gli avversari piemontesi sia in ricezione (52% di positività contro il 48%) che in attacco (54% contro 50%) ma soprattutto a muro, mettendone a segno 12, 2 in più rispetto ai cuneesi.

I protagonisti del match in questa occasione sono stati Kaliberda (19 punti, 1 muro, 69% in attacco), Papi (11 punti, 2 muri, 56% in attacco e 53% di positività in ricezione) e Vettori (11 punti di cui 2 muri). Dall’altra parte della rete a vestire i panni dei trascinatori sono stati Rouzier (15 punti, 1 muro, 1 ace e 52% in attacco), l’ex biancorosso Maruotti (13 punti, 3 ace, 1 muro) e Kohut (10 punti, 3 ace e 2 muri).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.