Quantcast

Dosi e Romersi a Bruxelles, “per portare Piacenza nel cuore dell’Europa”

Con il supporto dell’ufficio di collegamento con l’Unione europea della Regione Emilia Romagna, gli amministratori comunali stanno vivendo due giorni caratterizzati da un fitto calendario di appuntamenti e incontri operativi

Più informazioni su

“Portare Piacenza nel cuore della programmazione europea”: questo l’obiettivo che segna la trasferta a Bruxelles del sindaco Paolo Dosi e dell’assessore al Bilancio Pierangelo Romersi, che rientreranno questa sera dalla capitale belga dove sono in corso gli Open Days promossi dal Comitato delle Regioni dell’Ue.

Con il supporto dell’ufficio di collegamento con l’Unione europea della Regione Emilia Romagna, operativo proprio a Bruxelles, gli amministratori comunali stanno vivendo due giorni caratterizzati da un fitto calendario di appuntamenti e incontri operativi. A cominciare dalle riunioni tenutesi ieri con alcuni esponenti della rappresentanza italiana di Enea presso l’Ue, per approfondire i temi della ricerca e della riqualificazione urbana, nonché con i referenti della Commissione europea per quanto riguarda l’ambiente e le iniziative di promozione e sviluppo dell’occupazione giovanile.

Nella mattinata odierna, il sindaco ha partecipato alla conferenza incentrata sulla macro regione adriatica, “nella quale – spiega – sarà possibile inserire anche Piacenza nell’alveo delle azioni e dei finanziamenti previsti per questa fascia territoriale”. L’assessore Romersi ha invece incontrato il referente del network delle “città europee sostenibili”, che, sottolinea, “hanno attivato strumenti comuni per l’utilizzo e la valutazione dei progetti europei, condividendo la finalità del recupero di contesti urbani: una rete che appare particolarmente utile per le prospettive di riqualificazione di molte aree anche sul nostro territorio”.

“Piacenza – aggiunge il sindaco Dosi – vuole recuperare spazio rispetto ai tanti competitor che si muovono, da tempo, sul fronte della progettazione a livello internazionale. Il primo passo da compiere prevede un coinvolgimento attivo e un contatto più diretto con la Regione, bacino ricettore dei Fondi strutturali europei: lo abbiamo ribadito, in questa occasione, anche confrontandoci con la vicepresidente Simonetta Saliera, presente come noi agli Open Days”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.