La lama di Andrea Polidoro (Pettorelli) brilla a Salsomaggiore

Ottimo undicesimo posto per lo spadista piacentino nella prima prova nazionale Giovani andata in scena al palasport parmense. Bene anche Francesco Fuochi (trentottesimo)

Più informazioni su

Spettacolare prestazione di Andrea Polidoro, spadista dell’Asd Circolo della scherma Pettorelli  in grande evidenza nella prima prova nazionale Giovani andata in scena al palasport di Salsomaggiore Terme (Parma). L’atleta piacentino ha chiuso la gara all’undicesimo posto, facendosi largo in una manifestazione che vedeva la presenza di ben 303 schermidori.

Dopo aver terminato il girone con cinque vittorie e una sconfitta (perdipiù legata a un errore arbitrale), Polidoro ha iniziato la cavalcata nel tabellone a eliminazione diretta, dove ha superato prima Mezzelani (Fiamme Oro) e poi il forte milanese Pristerà, reglato 15-12. Successivamente, la vittoria contro Fabio Barbara (Bresso) ha lanciato in orbita Polidoro, arrivato negli ottavi dove ha dovuto cedere 15-13 al bergamasco Melocchi, poi vincitore della manifestazione. Per Andrea, un ottimo undicesimo posto finale che mette una seria ipoteca alla qualificazione ai campionati italiani della categoria. Positiva anche la prestazione di Francesco Fuochi, trentottesimo finale e  capace di superare il girone (5 vittorie su sei) e di avanzare nel tabellone grazie al successo di misura su De Mercato (15-14) prima di alzare bandiera bianca contro il forlivese Paolini (15-12).

Nella competizione femminile (che vedeva al via 237 iscritte), il risultato migliore è quello di Elena Perna, 113esima finale dopo un girone equamente suddiviso tra successi e ko e la vittoria nell’eliminazione diretta contro la cinese Wu Zhenwei (15-9). A interrompere il suo cammino, il passo falso contro la forte bergamasca Baroli, comunque impensierita dalla spadista piacentina.

Ancora una volta, dunque, l’Asd Circolo della scherma Pettorelli Piacenza ha brillato a livello nazionale, con il bilancio soddisfacente nei Giovani a Salsomaggiore (certificato a fine gara dal maestro Alessandro Bossalini) che fa rima con quello altrettanto positivo messo in mostra in precedenza a Novara nella prima prova Cadetti. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.