Quantcast

“Linea Verde” accende i riflettori sul borgo di Bobbio

Il borgo di Bobbio è stato selezionato dalla Rai per una puntata della trasmissione televisiva "Orizzonti di Linea Verde" e a partire da mercoledì prossimo una troupe televisiva girerà alcuni filmati di questa realtà della Val Trebbia fino a sabato prossimo

Il borgo di Bobbio è stato selezionato dalla Rai per una puntata della trasmissione televisiva “Orizzonti di Linea Verde” e a partire da mercoledì prossimo una troupe televisiva girerà alcuni filmati di questa realtà della Val Trebbia fino a sabato prossimo.

La notizia arriva dal direttore dell’Unione Commercianti Giovanni Struzzola che si è interessato affinché il nostro territorio venga nuovamente valorizzato dall’emittente di Stato.

Le riprese riguarderanno un nutrito programma che prevede una descrizione del borgo di Bobbio ad opera del giornalista Luigi Franchi, curatore altresì dell’individuazione dei luoghi oggetto della puntata, con l’allestimento di un mercato contadino ed artigiano, l’intervento della famiglia Bobbiesa con l’illustrazione del piatto tipico “lumache alla bobbiese” e di un ristoratore per la descrizione dei famosi “maccheroni alla bobbiese”.

La puntata prevede altresì riprese per le vie del borgo con interviste agli operatori storici portatori di tradizioni culinarie quali l’Antica Forneria con la sua ricetta del croccante e torre, usanza nei matrimoni.

Originali saranno anche le riprese allo Scriptorium dove si potranno vedere le tecniche di scrittura amanuense e, musica irlandese per le vie del borgo, a ricordo del famoso festival che si tiene a Bobbio. La puntata di Orizzonti di Linea Verde si sposterà poi in Val Tidone e precisamente a Torre Fornello di Ziano accolti da Giuseppe Cattanei, che illustrerà il progetto le vie Francigene di montagna e, dal titolare dell’azienda Sgorbati per degustare gli ottimi vini della cantina, soprattutto l’Ortrugo. Spostamento poi a Nibbiano per visitare il Mulino del Lentino un affascinante complesso del 500, completamente ristrutturato.

Quindi, tanti gli argomenti e le aziende che saranno al centro della puntata, coordinate dal Gianluca Ciardelli della Rai, un riconoscimento alla bellezza del nostro territorio e della sua enogastronomia.

“Ringrazio per la disponibilità riservata al nostro territorio la Rai – afferma Struzzola ma soprattutto il vice direttore di Rai Maria Pia Ammirati e Gianluca Ciardelli per aver offerto al piacentino questa ulteriore possibilità di mettersi in vetrina e di promuovere quel turismo naturalistico ed enogastronomico, importante soprattutto in vista di Milano Expo 2015”e, dell’opportunità di portare visitatori a Piacenza.

Ottima, altresì, la fattiva collaborazione del sindaco di Bobbio Marco Rossi, al quale va un sentito ringraziamento, che ha messo a disposizione tutto quanto era necessario affinché la puntata si potesse svolgere a Bobbio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.