Quantcast

Nasce lo sportello giovani impresa di Coldiretti

Uno sportello per discutere di progetti, opportunità, problematiche tecniche e analisi di mercato dei vari comparti dell’ agricoltura Piacentina 

Più informazioni su

NASCE LO SPORTELLO GIOVANI IMPRESA DI COLDIRETTI PIACENZA
Minardi: “Sarà un punto di riferimento per i giovani imprenditori agricoli e un luogo d’incontro e dialogo tra giovani ed istituzioni”

Uno sportello per discutere di progetti, opportunità, problematiche tecniche e analisi di mercato dei vari comparti dell’ agricoltura Piacentina ma anche novità fiscali e amministrative per affrontare il lavoro con una maggior consapevolezza ed in modo professionale. Questo è l’impegno, concreto e preciso, che si è preso il nuovo mandato di Giovani Impresa, l’organismo di Coldiretti che associa i giovani imprenditori agricoli di età compresa tra i 16 e i 30 anni, guidato dal delegato Andrea Minardi.

“La decisione è arrivata in modo naturale, spiega Minardi, dopo un confronto sui punti di criticità e di forza del comitato, vogliamo creare un momento di incontro fisso settimanale, in modo da dare l’opportunità a tutti i ragazzi che hanno scelto di fare dell’agricoltura il proprio futuro e a coloro che ci stanno ancora pensando, un momento in più di formazione e discussione. L’agricoltura oggi, con il +9% di occupazione, rappresenta una speranza per tutti quei giovani che si sono trovati a fare i conti, loro malgrado, con la crisi e con la disoccupazione giovanile ai massimi storici. Non è un caso che nonostante il drammatico calo del numero degli immatricolati all’Università, le Facoltà di Agraria siano le uniche a registrare un tasso di crescita delle iscrizioni del 45%. Questo è un dato confortante, segno che qualcosa sta cambiando e che le nuove generazioni preferiscono investire sull’ economia reale.”

“Nel 2013, affermano i vice delegati Niccolò Lavezzi e Stefano Michelotti, non abbiamo bisogno di semplici contadini ma di imprenditori agricoli, di professionisti che puntano sulla multifunzionalità aziendale con l’umiltà di conoscere il valore della formazione e del confronto. Non basta pretendere una classe dirigente più giovane, bisogna pretendere una dirigenza giovane ma consapevole ed istruita e per farlo bisogna prima investire su questi momenti di formazione. Ci vogliamo mettere in gioco e dimostrare di lavorare concretamente per il nostro futuro e quello di questo settore.”
“Coldiretti, afferma Alessandro Belli, segretario di Giovani Impresa Piacenza, è molto orgogliosa, di poter accompagnare i giovani Imprenditori verso le sfide del futuro. Siamo consapevoli, a differenza di altri, del fatto che investire sui giovani è il miglior modo di combattere la congiuntura economica negativa che investe il nostro Paese. Per questo abbiamo creato un appuntamento fisso settimanale in cui il delegato e membri del comitato si impegneranno in questa attività. Ci saremo, quindi, il venerdì dalle 8.30 alle 13.00”

“Insomma, conclude Minardi, lo sportello si concretizzerà come un vero e proprio braccio operativo, per confrontarsi e fare rete, per migliorarsi e affrontare le questioni normative, fiscali, tributarie e amministrative che ogni giorno chi fa l’agricoltore si trova ad affrontare. Lo sportello sarà un punto di riferimento per i giovani imprenditori agricoli e un luogo d’incontro e dialogo tra giovani ed istituzioni, per la risoluzione di problematiche comuni.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.