Quantcast

Salt’in banco, al via la 34ma edizione della rassegna teatro ragazzi

Il teatro può essere un modo per trasmettere valori alle nuove generazioni. Ne é convinto l'assessore alla cultura del comune di Piacenza Tiziana Albasi che oggi ha aperto la conferenza stampa di presentazione della 34ma rassegna di Teatro Scuola Salt'in banco di Teatro Gioco Vita. "Lavorare con le logiche e le intelligenze dei bambini - ha detto - é difficile. Ma dà davvero grande soddisfazione renderli partecipi della vita culturale della nostra città (e non solo) trasmettendogli valori"

Il teatro può essere un modo per trasmettere valori alle nuove generazioni. Ne é convinto l’assessore alla cultura del comune di Piacenza Tiziana Albasi che oggi ha aperto la conferenza stampa di presentazione della 34ma rassegna di Teatro Scuola Salt’in banco di Teatro Gioco Vita. “Lavorare con le logiche e le intelligenze dei bambini – ha detto – é difficile. Ma dà davvero grande soddisfazione renderli partecipi della vita culturale della nostra città (e non solo) trasmettendogli valori”.

“Le nuove generazioni – ha detto il curatore Diego Maj –  sono cresciuti tra videogiochi e cartoni animati. Il teatro é per loro una possibilità diversa, di confrontarsi con le loro emozioni senza schermi”. Salt’in banco é cresciuto in questi 34 anni, é una delle piú importanti rassegne di teatro ragazzi in Italia con i suoi 500mila spettatori e le 90/100 repliche all’anno.

“I generi sono cambiati – ha spiegato – ma i valori, le basi, sono sempre gli stessi”. Quest’anno sono in programma 24 titoli, 14 compagnie 11 laboratori e 11 progetti formativi. A completare l’offerta é la 18ma edizione di “A teatro con mamma e papà”. “Le richieste sono sempre tante – ha detto – quest’anno quindi abbiamo pensato ad un doppio spettacolo per ogni rappresentazione”. Sono piú di 400mila, infatti, i bambini che in tutta Italia vanno a teatro con i genitori.

Noti i nomi delle compagnie che si succederanno sul palcoscenico con spettacoli indirizzati sia ai piccini delle scuole primarie e dell’infanzia che agli studenti piú grandi delle scuole superiori. “Il teatro ragazzi a Piacenza – ha detto Simona Rossi – ha una complessa articolazione. educa, diverte, stimola”. Difficile sintetizzarlo in poche parole. “Con linguaggi diversi – ha detto su Salt’in Banco – gli spettacoli mettono in scena dalle favole della tradizione ai miti di oggi sino al temi della contemporaneità. “É un teatro che fa pensare, che dà agli insegnanti collegamenti con diversi contenuti didattici – ha concluso.

Grazie al sostegno dell’assessorato nuovo welfare e sostegno alle famiglie del Comune di Piacenza, come negli scorsi 2 anni, per quanto riguarda ATeatro con mamma e papà e Salt’in banco per i nuclei familiari di Piacenza con due o piú figli a partire dal secondo figlio non sarà chiesto il pagamento del biglietto. I biglietti di A Teatro con mamma e papà saranno in vendita dal 29 ottobre (sarà possibile comprare anche un carnet di biglietti). É in corso, invece, la vendita dei biglietti per la rassegna Salt’in banco.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.