Quantcast

“Teatro Jazz & Blues”, venerdì primo appuntamento

Prima edizione della rassegna teatrale musicale “Teatro Jazz & Blues” organizzata con la collaborazione artistica di Marco “Ray” Mazzoli al Teatro Trieste 34. La rassegna punta sulla presenza di artisti e band musicali di alto livello nazionale per serate godibili anche per un pubblico non avvezzo agli stili musicali proposti uniti alla presenza come narratore di Filippo Arcelloni dedicato a raccontare brevi aneddoti musico teatrali. 

Prima edizione della rassegna teatrale musicale “Teatro Jazz & Blues” organizzata con la collaborazione artistica di Marco “Ray” Mazzoli al Teatro Trieste 34. La rassegna punta sulla presenza di artisti e band musicali di alto livello nazionale per serate godibili anche per un pubblico non avvezzo agli stili musicali proposti uniti alla presenza come narratore di Filippo Arcelloni dedicato a raccontare brevi aneddoti musico teatrali. 
 
Calendario
  
Venerdì 18 ottobre Mattia Cigalini, racconta Filippo Arcelloni
 
Venerdì 15 novembre Marco “Ray” Mazzoli Blues Band, racconta Filippo Arcelloni
 
Venerdì 20 dicembre The Roots Swing Project , racconta Filippo Arcelloni
 
Mattia Cigalini  (Venerdì 18 ottobre) 
Saxofonista,Compositore.
“Il progetto musicale che vede Mattia Cigalini protagonista in saxofono solo, non può mancare di stupire. Stupisce per l’inesauribile creatività con la quale, attraverso uno strumento monofonico, l’artista crea scenari musicali che spaziano dal jazz, al rock alla psichedelia; stupiscono i suoni, programmati estemporaneamente attraverso centraline digitali, e stupisce l’interattività tra le diverse voci evocate da un unico sorprendente strumento. Il repertorio, nei diversi festivals e manifestazioni nel quale si è tenuto questo peculiare concerto, viene rigorosamente creato sul momento.” Mattia Cigalini, classe 1989, si esibisce in concerto dall’età di soli 12 anni ed insegna musica dall’età di 15. Per la critica europea specializzata, uno dei più grandi talenti della nuova generazione di musicisti. Diplomato al Conservatorio “G.Nicolini” di Piacenza con il massimo dei voti, vince vari premi e concori internazionali (Premio “L.Zorzella” come “Miglior Nuovo Talento”, Premio Internazionale Massimo Urbani, e tanti altri). Registra il suo primo album da leader a 18 anni: “Arriving Soon” commissionato dal colosso discografico giapponese “Pony Canion”, con Tullio De Piscopo, Fabrizio Bosso, Andrea Pozza e Riccardo Fioravanti. L’album si aggiudica il premio come “Miglior album Jazz del 2010” nella classifica mondiale della rivista giapponese SWING JOURNAL. “Arriving Soon” è stato inoltre votato come miglior album del 2010 da una giuria di critici e giornalisti per la rivista JAZZIST AWARD 2010 (“100 Greatest Album”), e premiato dalla rivista MUSICA JAZZ con l’assegnazione del noto bollino “Consigliato da Musica Jazz”. Nell’Ottobre del 2009 compie il suo primo Tour in Giappone, riscuotendo un grande successo di pubblico e critica. Recensioni entusiastiche furono pubblicate su riviste italiane, francesi (Jazz Hot, SoundWax) ed Inglesi. Raggiunge la maturità artistica con “RES NOVA”, il secondo album registrato nel 2011 per pubblicato da EMI-MyFavorite.  “RES NOVA” è stato presentato ufficialmente durante UMBRIA JAZZ Festival 2011 (dove Cigalini è stato artista più giovane ad esibirsi), con grandissimo successo di pubblico e critica specializzata. Umbria Jazz ha in seguito scelto sue composizioni la speciale Umbria Jazz Compilation, dedicata al 150° anniversario dell’Unità d’Italia, contentente anche un suo arrangiamento dell’Inno Nazionale. Il suo nuovo album “BEYOND”, di imminente uscita per la prestigiosa casa discografica CAM JAZZ, è stato presentato in anteprima europea al Festival Internazionale di Münster (Germania), uno dei festivals più importanti d’Europa, registrando il Sold-Out (“tutto esaurito”).  Nel 2013 Cigalini si esibisce a New York, invitato da alcuni musicisti americani per suonare assieme a loro, con concerti e partecipazioni al fianco di Curtis Lundy, Richard Johhson, Eric Kennedy, Frank Lacy, Alex Sipiagin, Donald Edwards, Orrin Evans, e tantissimi altri in alcuni dei più importanti jazz club di Manhattan.  E’ frequente ospite di vari programmi televisivi RAI, Mediaset, TV Nazionale del Vaticano, RSI TV (Svizzera), BBC (UK), oltre che di svariati programmi radio. Rilascia interviste per riviste di moda quali VOGUE, GQ, popolari riviste quali GENTE, Famiglia Cristiana, Panorama, e quotidiani Nazionali (Repubblica, Corriere della Sera). Attualmente è docente di Saxofono Jazz presso l’Accademia del Suono di Milano, e presso la “Swiss National Music Accademy” in Svizzera. Collabora con i più grandi artisti italiani ed internazionali (Tom Harrell, Uri Caine, Randy Brecker, Stefano Bollani, Paolo Fresu, e tantissimi altri) esibendosi nei più famosi teatri, feastivals e sale da concerto in Europa e nel mondo. Nel 2011 viene nominato “Ambasciatore per i Diritti Umani” da ONLUS – Associazione per i Diritti Umani. Dal 2013 è Direttore Artistico di “Val Luretta Jazz”, Festival con annessi seminari di musica jazz, che si svolgerà ad Agazzano (PC) nel suo paese di residenza. Mattia Cigalini è Endorser Ufficiale dei saxofoni YAMAHA (dal 2010), e delle ance Vandoren.
 
Marco “Ray” Mazzoli Blues Band (Venerdì 15 novembre)
Dopo il successo ottenuto al Val Luretta Jazz, il Blues di Marco “Ray” Mazzoli prosegue con il progetto “The Blues is Everywhere”, che propone molte nuove composizioni di Mazzoli, alternate ad originali rivisitazioni in stile blues di pezzi noti al grande pubblico. Le ultime composizioni di Mazzoli esplorano l’anima del blues nelle sue molteplici sfaccettature: dallo swing ironico di “Betty’s Blues”, all’energico virtuosismo pianistico di “Link”, alle armonie impressionistiche di “My Ballad” e l’uso ritmico delle note basse del pianoforte di Mazzoli si intreccia con la solida e raffinata ritmica di Simone Gagliardi alla batteria e lo straordinario basso di Andrea Lavelli, musicista di grande esperienza, che ha all’attivo 10 anni con i New Trolls (una delle più grandi band italiane) e numerose partecipazioni a programmi TV, sia in RAI che sulle reti Mediaset.  Marco “Ray” Mazzoli è un professore universitario di Economia all’Università di Genova e un musicista e compositore blues. Ha all’attivo due CD (“Happy to Play the Blues”, 2009 MAP Records e “Live and Alive Blues”, 2010, sempre Map Records), che hanno visto la partecipazione di Mattia Cigalini in qualità di “special guest”.  Con una delle sue precedenti formazioni, il gruppo bolognese “Biasablues”, Mazzoli ha preso parte nel luglio 2003 alla trasmissione televisiva “Shownet”, su RaiNews24 e su RAI 3, oltre che a numerose rassegne e festival blues.  Altre informazioni su  www.marcoraymazzoli.com  e su www.myspace.com/marcoraymazzoli
Contatti: marcoraymazzoli@gmail.com 
 
The Roots Swing Project (venerdì 20 dicembre)
The Roots Swing Project. un interessante percorso storico musicale dalle origini del blues ai giorni nostri.Passando attraverso lo swing ed interessanti arrangiamenti propri in chiave blues ,swing jazz che danno spazio alle varie componenti solistiche della band. Voce e chitarra:denis carlo Riva, chitarre : Andrea barbieri, Sax Giovanni Botti, armonica Alberto molinaroli, basso Big Paul Groppi, batteria Andrea Solinas.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.