Quantcast

Teppisti sui bus, i sindacati: “La Prefettura intervenga”

"Nulla è stato fatto - scrive Fabrizio Badagnani - per contrastare i gruppi di teppisti che a bordo dei bus extraurbani e corse scolastiche minacciano quotidianamente gli autisti, gli altri ragazzi e i passeggeri, oltre a danneggiare e deturpare sedili e interni dei bus"

Più informazioni su

Un incontro urgente con il Prefetto e un maggiore coordinamento tra forze dell’ordine e Seta “al fine d’identificare e perseguire i delinquenti che ormai quotidianamente mettono a repentaglio la sicurezza degli operatori di esercizio e di tutti i passeggeri trasportati, oltre al danno dei mezzi pubblici”. E’ la richiesta avanzata dalle organizzazioni sindacali Provinciali dei Trasporti di Piacenza attraverso Fabrizio Badagnani, che già nelle scorse settimane aveva sollecitato un intervento a tal proposito. “Nulla è stato fatto – spiega – per contrastare i gruppi di teppisti, in prevalenza minorenni ed extracomunitari, che prevalentemente a bordo dei bus extraurbani e corse scolastiche, ad orari precisi ed identificati, minacciano quotidianamente gli autisti, gli altri ragazzi e i passeggeri, oltre a danneggiare e deturpare sedili e interni dei bus”.

“Dopo le percosse subite da un autista a primavera – ricorda – l’ultimo grave episodio si è verificato venerdì scorso ad un autista in servizio extraurbano che ha ricevuto minacce ed insulti; durante la manifestazione degli studenti di venerdì 4 ottobre, inoltre, oltre agli insulti agli incolpevoli dipendenti in servizio, alcuni bus e un’autovettura aziendale Seta, sono stati bersaglio di oggetti contundenti”.

“Anche il quarto furto con scasso in pochi mesi delle emettitrici sui bus parcheggiati presso il deposito Seta di via Arda con danni per migliaia di euro – conclude – richiede l’adozione d’interventi preventivi e non più rinviabili da parte dell’azienda – ad esempio disporre di svuotare alla sera tutte le emettitrici lasciandole vuote e aperte – ma anche la disponibilità delle Forze dell’Ordine per un presidio di vigilanza esterno al deposito”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.