Tutto pronto per il Rally Alta Val Tidone: in 130 al via

Impossibile azzardare un pronostico. Al via ci sono davvero tante auto auto in grado di puntare al successo. A partire dalle 11 Super 1600 in gara, indubbiamente favorite in assenza di pioggia

Tutto è pronto per rally Alta Valtidone, in programma sabato e domenica. All’invito degli organizzatori hanno risposto 130 equipaggi. “Ci eravamo imposti un limite al numero dei partecipanti – spiegano gli organizzatori della Rally & Prmotion –  e lo abbiamo superato, alzando la soglia dei partenti. Davvero l’evento motoristico parte sotto i migliori auspici. Abbiamo studiato un tracciato vario, con prove in salita e altre in discesa, tratti più guidati che si alternano ad allunghi che richiamano le strade finlandesi. In questa capacità di rileggere una eredità importante come quella del rally delle Valli piacentine vedo le ragioni del consenso di piloti e navigatori. Abbiamo voluto offrire un interessante week end motoristico all’insegna della nuova formula competitiva sperimentale “Rally Day”. Il nostro impegno è stato premiato da una partecipazione davvero significativa”.

Impossibile azzardare un pronostico. Al via ci sono davvero tante auto auto in grado di puntare al successo. A partire dalle 11 Super 1600 in gara, indubbiamente favorite in assenza di pioggia. Per lo più si tratta di Reanult Clio. Fanno eccezione la Fiat Punto di Andrea «Tigo» Salviotti, pilota di Salice Terme, in coppia con Alessandro Pozzi, portacolori della Scuderia piloti Oltrepo e la Peugeot 206 di Mirko Vercesi e Davide Pisati, che dopo le buone prove offerte con la Clio Williams gr. A si presentano al via con un mezzo che gli permetta di puntare alla classifica assoluta.

Non meno agguerriti gli equipaggi delle Clio. A partire da Franco Leoni, pilota toscano ma grande habituè dei rally emiliani. O, ancora Destefani, che al Circuito di Cremona ha già dimostrato di saper aggredire le strade delle nostre colline. In caso di pioggia, invece, potrebbe essere la motricità delle vetture N4 potrebbe avere la meglio sulla agilità  delle S1600. In gara ci sono cinque equipaggi, tutti su Mitsubishi Lancer. Tra i più forti Tinaburri Tedeschi, sulla vettura dalla MFT Motors, Il pilota di Vicobarone parte con l’obiettivo chiaro di finire nelle zone alte della graduatoria assoluta. Ma tute le categorie si preannunciano ugualmente combattute. A partire dalla R3, quasi un monomarca per le Renault Clio. A corollario delle auto moderne sono in gara le auto d’epoca. Favorita è la Porsche 911 di Coppolino – Mancuso. Sono pronte ad approfittare di ogni piccolo errore le Opel di Paganini – Razza e di Fiori Zanini. Il primo ha scelto l’Ascona, il secondo la Kadet gte. Come outsider restano le Fulvia di Zigliotti – Stradiotti, reduci dal successo nella gara di campionato europeo in Finlandia, e di Melli – Oberti. Certo della vittoria nel primo raggruppamento Cortimiglia Radicchio, unico equipaggio al via con la loro Lotus Elan.

Dopo le verifiche e le ricognizioni, in programma sabato, la gara partirà domenica mattina, alle 12,30 scatterà la gara vera e propria, mentre la bandiera a scacchi si abbasserà alle 17.30 con arrivo e premiazione sul palco. I concorrenti si confronteranno su un circuito di 3 prove speciali, che si sviluppano nei comuni di Pecorara e di Bobbio, da ripetere due volte. per un totale di quasi 36 km cronometrati ed una percorrenza complessiva di 145 km. Tra i due passaggi sono previsti un riordino e un parco assistenza. Base logistica della manifestazione sarà Pianello Val Tidone.


Le limitazioni al traffico

Il servizio edilizia, progettazione infrastrutture e grandi opere della Provincia di Piacenza informa che verranno istituiti il limite della velocità a 30 chilometri orari dalle 9 del giorno 05/10/2013 alle ore 19.45 del giorno 07/10/2013 e la circolazione veicolare a senso unico alternato, regolato da movieri, dalle 9 del 05/10/2013 alle 11 del 06/10/2013 e dalle ore 19.45 del 06/10/2013 alle ore 19.45 del 07/10/2013 per le operazioni di collocamento-rimozione degli allestimenti e di pulizia, lungo le strade provinciali in cui si svolgeranno le prove speciali del primo Rally Day Alta Val Tidone (in particolare strada provinciale 34 di Pecorara, dall’intersezione con la strada comunale per Sevizzano-Piozzano fino a 800 metri dopo l’intersezione con la strada comunale per Cicogni; strada provinciale 34 di Pecorara, dalla località Cà Malosso fino a 250 metri prima dell’intersezione con la strada provinciale 461R del Penice; strada provinciale 65 di Caldarola, 250 metri prima dell’intersezione con la strada comunale per Pecorara (bivio località Casa Cignatta) fino all’intersezione con la strada provinciale 60 di Croce; strada provinciale 60 di Croce, dall’intersezione con la Strada provinciale 65 di Caldarola fino all’intersezione con la strada comunale per le località Morago-Pradarola).

Durante le prove speciali (nella giornata del 6 ottobre) sulle medesime strade in tratti vari e in orari prestabiliti verrà istituita la chiusura della circolazione stradale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.