Quantcast

Veglia missionaria con Simona Atzori

La veglia missionaria di quest’anno - organizzata dal Centro Missionario Diocesano e dalle parrocchie Santissima Trinità, Nostra Signora di Lourdes e San Giuseppe Operaio - vuole arrivare soprattutto ai giovani anche se resta aperta a tutti. Sono i giovani ad essere più disponibili, più desiderosi di intraprendere nuove strade, di avvicinarsi all’altro. Sono loro che hanno il grande compito di raccontare la gioia. 

La veglia missionaria di quest’anno – organizzata dal Centro Missionario Diocesano e dalle parrocchie Santissima Trinità, Nostra Signora di Lourdes e San Giuseppe Operaio – vuole arrivare soprattutto ai giovani anche se resta aperta a tutti. Sono i giovani ad essere più disponibili, più desiderosi di intraprendere nuove strade, di avvicinarsi all’altro. Sono loro che hanno il grande compito di raccontare la gioia. 
 
La giornata missionaria mondiale, domenica 20 ottobre, quest’anno ha come simbolo il crocevia: andare a incontrare e ricevere l’altro nella nostra realtà. È in questo contesto che si inserisce la collaborazione con Africa Mission e la presenza di Simona Atzori, “un forte esempio per i giovani – spiega Roberto Porcari, vicedirettore del Centro missionario diocesano – per la sua gioia di vivere e di vivere la fede secondo lo stile di papa Francesco: come possiamo annunciare la gioia se noi stessi non siamo felici?”. Simona proietterà un video che riassume brevemente la sua storia e dopo la sua testimonianza seguiranno quelle di Roberto Gandolfi e Francesca Rimondini, entrambi impegnati come volontari in Africa.

La preghiera sarà accompagnata dai cori giovanili della diocesi, proprio in linea con lo spirito di partecipazione dei ragazzi che ha guidato l’organizzazione di tutta la veglia.

L’appuntamento è per venerdì 18 ottobre, ore 21, presso la chiesa di San Giuseppe Operaio in via Martiri della Resistenza. La Atzori proseguirà il suo incontro con la città di Piacenza con la presentazione del suo libro “Cosa ti manca per essere felice?”, sabato 19, ore 18, Palazzo Gotico, e con lo spettacolo omonimo, domenica 20 ottobre, ore 21, presso il teatro Municipale di Piacenza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.