Quantcast

Le Rubriche di PiacenzaSera - UniCatt

Alex Zanardi, un campione non solo nello sport FT e VD foto

Alex Zanardi, pilota automobilistico, ciclista su strada e conduttore televisivo italiano, che in un terribile incidente ha perso entrambe le gambe, ha portato la sua testimonianza sul tema "La forza di un sorriso" agli studenti dell’Università Cattolica di Piacenza. Per aiutarli a superare le difficoltà a cui la vita li mette davanti

Un grande campione, non solo nello sport. Alex Zanardi, pilota automobilistico, ciclista su strada e conduttore televisivo italiano, che in un terribile incidente ha perso entrambe le gambe, ha portato la sua testimonianza sul tema “La forza di un sorriso” agli studenti dell’Università Cattolica di Piacenza. Per aiutarli a superare le difficoltà a cui la vita li mette davanti. Ad intervistarlo il giornalista della Gazzetta dello sport e amico Gianluca Gasparini, con cui Zanardi ha scritto la sua biografia “…però, Zanardi da Castel Maggiore”.

ASCOLTA ALEX ZANARDI

“Ho vissuto un’esperienza che mai nella vita avrei pensato di dovere affrontare – ha spiegato il campione-. La disabilità è una barriera soprattutto di carattere psicologico”. “Quando una persona immagina di affrontare la vita in maniera diversa – ha sottolineato – è facile venga presa da sconforto. Ma se la disabilità viene accettata ci si rende conto che ci sono molte alternative, il mio caso è la dimostrazione”. “La mia vita, oggi, non è diversa da quella che facevo un tempo; e tutte le cose che faccio sono connesse alla mia nuova condizione. Non ho messaggi miracolosi. Ma posso testimoniare che io un modo l’ho trovato; quindi tutte le persone possono farlo”.

Dalle barriere psicologiche a quelle reali con le quali il disabile si scontra ogni giorno. “E’ una tematica che va affrontata – ha spiegato Zanardi – perchè il limite spesso, nasce dall’ignoranza. Vi faccio un esempio: un architetto di grido progetta, per un palazzo, con una scalinata bellissima per impreziosire la sua opera non pensando che così fa un dispetto ad un disabile, alle persone anziane, al facchino, alle mamme con i passeggini. Sapere quali sono i problemi di tutti ci porta a considerare i problemi da un punto di vista diverso e  favorisce la vita di ciascuno di noi”. 

L’incontro fa parte del ciclo “A tutto campus”; gli incontri aperti al pubblico, che porta in Cattolica alcuni dei maggiori protagonisti della cultura e della società italiane, pensato in particolare per fornire ai giovani strumenti e spunti che integrino la preparazione fondamentale acquisita nei corsi universitari.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.