Quantcast

Bicentenario Wagneriano, tre incontri al Municipale 

 Per “onorare” questa ricorrenza la Fondazione Teatri di Piacenza in collaborazione con il Centro Culturale Italo Tedesco di Piacenza ha organizzato un ciclo di tre incontri, dal titolo “Wagner e dintorni”, ad ingresso libero, che si terranno per tre giovedì consecutivi, il 28 novembre, il 5 e il 12 dicembre, tutti alle ore 17 presso il Ridotto del Teatro Municipale. 

Gli anniversari vanno festeggiati. Tanto più se si tratta di un bicentenario come quello del compositore Richard Wagner, nato come Giuseppe Verdi nel 1813. Per “onorare” questa ricorrenza la Fondazione Teatri di Piacenza in collaborazione con il Centro Culturale Italo Tedesco di Piacenza ha organizzato un ciclo di tre incontri, dal titolo “Wagner e dintorni”, ad ingresso libero, che si terranno per tre giovedì consecutivi, il 28 novembre, il 5 e il 12 dicembre, tutti alle ore 17 presso il Ridotto del Teatro Municipale. 
 
Un’occasione per ascoltare ed analizzare i brani musicali più significativi tratti dalle sue opere, accompagnati da interventi inerenti la sua vita e la sua produzione artistica. Relatore in tutti e tre gli incontri sarà il musicologo Nicola Montenz, mentre al piano saranno Dario Bonuccelli nell’incontro del 5 dicembre e Gianluca Piacenza in quello del 12 dicembre. 
 
Come Verdi anche Wagner, in linea con le aspirazioni del movimento romantico, sentì l’esigenza di rinnovare il mondo del melodramma, nei suoi vari aspetti: formale, scenico, strumentale. 
 
Nato nel 1813, divenne artefice di un universo stilistico proprio e riconoscibile, obbedendo alle indicazioni di un suo “programma artistico” ben preciso che intendeva l’opera come “Gesamtkunstwerk” in cui musica, poesia e scena hanno pari importanza nella costituzione di un’espressione d’arte integrale.
 
Il compositore tedesco non a caso è considerato uno degli artefici dell’evoluzione del melodramma, attuando una vera e propria riforma, sempre caratterizzata e sostenuta dal suo genio musicale che ha reso indimenticabili i suoi capolavori.
 
Il primo incontro, che si terrà giovedì prossimo 28 novembre e avrà come titolo “Richard Wagner: un’idea” sarà curato da Nicola Montenz, apprezzato musicologo piacentino; il secondo previsto per il 5 dicembre dal titolo “L’opera pianistica di Wagner” sarà strutturato come una conversazione-concerto, alternando ad interventi di Nicola Montenz l’esecuzione al pianoforte 
di brani del compositore tedesco di Dario Bonuccelli. Infine, nel terzo incontro “Wagner e Liszt: parafrasi o (ri)creazione”, che si terrà il 12 dicembre, il pianista Gianluca Piacenza eseguirà alcuni brani celebri di Wagner e Liszt che saranno quindi analizzati da Montenz.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.