Gropparello, picchia e minaccia la moglie. Arrestato 30enne 

La misura scaturisce dalle immediate indagini svolte da militari della Stazione di Gropparello a seguito di un aggressione, avvenuta in data 9 novembre, nei confronti della moglie con la quale da circa due mesi aveva interrotto la relazione

Più informazioni su

GROPPARELLO: ARRESTATO 30ENNE PER STALKING

Nella tarda serata del 12 novembre, i militari della Stazione di Gropparello e del Nucleo Operativo della Compagnia di Fiorenzuola, hanno tratto in arresto, in esecuzione di un ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dall’Ufficio Gip del Tribunale di Piacenza, A.M., classe 1983, operaio di Gropparello, poiché resosi responsabile di atti persecutori, lesioni, violazione di domicilio aggravata, e furto.

La misura scaturisce dalle immediate indagini svolte da militari della Stazione di Gropparello a seguito di un aggressione, avvenuta in data 9 novembre, nei confronti della moglie con la quale da circa due mesi aveva interrotto la relazione.

Nell’occasione l’uomo, recatosi presso l’abitazione della donna, dopo aver sfondato la porta, l’aggrediva con calci e pugni provocandole lesioni giudicate guaribili in 6 giorni oltre a danneggiare le suppellettili presenti nell’abitazione. Successivamente si appropriava delle chiavi dell’autovettura della donna con la quale si allontanava. L’immediato intervento dei militari consentiva di rinvenire l’autovettura abbandonata nei pressi del cimitero di Gropparello mentre l’uomo riusciva a far perdere le proprie tracce.

Nella circostanza i militari appuravano altresì che nei dieci giorni precedenti l’uomo aveva inviato alla donna un migliaio di sms dal tenore minatorio e con esplicite minacce di morte, tanto da provocare nella donna un perdurante stato d’ansia ed ingenerare nella stessa un fondato timore per l’incolumità propria e dei propri familiari. L’uomo aveva addirittura “preannunciato” con un sms l’incursione presso l’abitazione della donna, poi effettivamente verificatasi.

I militari hanno provveduto immediatamente a informare dell’accaduto la Procura della Repubblica di Piacenza, nella persona del PM Dott. Emilio Pisante, che altrettanto solertemente ha ottenuto l’ordinanza di custodia cautelare in carcere, avendo il Gip ravvisato il concreto pericolo di reiterazione del reato.

L’uomo è stato rintracciato a Piacenza e, dopo le formalità di rito, trasferito presso il carcere delle Novate.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.