Quantcast

“No all’abolizione delle province”. Lavoratori in stato di agitazione

Lavoratori della Provincia di Piacenza in stato di agitazione. La decisione è arrivata questa mattina nel corso di una assemblea unitaria che ha espresso la “contrarietà all’abolizione delle province”

Più informazioni su

Lavoratori della Provincia di Piacenza in stato di agitazione. La decisione è arrivata questa mattina nel corso di una assemblea unitaria che ha espresso la “contrarietà all’abolizione delle province”. “Si tratta di un provvedimento inopportuno – affermano i lavoratori – che a fronte di risparmi tutt’altro che certi e peraltro di scarsa consistenza riversa forti disagi e costi sulle spalle dei lavoratori e su quelle dei cittadini che non avranno più garantiti sul territorio provinciale tutti i servizi attualmente forniti”.

I lavoratori “si oppongono alla chiusura delle province” e si dicono pronti a mettere in campo “le azioni di protesta che riterranno più opportune”.  Preoccupazione viene espressa “verso la concreta prospettiva di esuberi e licenziamenti in caso di trasferimento ad altro Ente, stante la totale assenza di prospettive chiare a livello finanziario e istituzionale”. Rivendichiamo – dicono i lavoratori . “la salvaguardia della nostra professionalità, della sede di lavoro, dello stipendio, del salario accessorio e di qualunque altro emolumento secondo le attuali condizioni contrattuali”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.