Quantcast

Le Rubriche di PiacenzaSera - Cinema

PcSera consiglia “Point Break”

 Il surf non è più solo spensieratezza, come in "Un mercoledì da leoni": quello raccontato da Kathryn Bigelow è ribellione, lotta contro il sistema, una battaglia anche contro se stessi. Alla continua ricerca del punto di rottura, appunto. 

Più informazioni su

“Io credo che neanche tu hai ancora capito il vero spirito del surf. È uno stato mentale, dove prima ti perdi e poi ti ritrovi”. Il surf non è più solo spensieratezza, come in “Un mercoledì da leoni”: quello raccontato da Kathryn Bigelow è ribellione, lotta contro il sistema e anche contro se stessi. Alla continua ricerca del punto di rottura, appunto. 

Una filosofia che non poteva non affascinare il giovane poliziotto Johnny Utah (Keanu Reeves) , appena diplomatosi all’Fbi e al suo primo importante incarico a Los Angeles. Grazie alla sagacia investigativa del collega più anziano Angelo Pappas (interpretato da Gary Busey, già protagonista del film di John Milius), Johnny inizia a investigare sotto copertura tra i surfisti che frequentano le spiagge della contea. Tra loro infatti potrebbero nascondersi i membri della banda degli ex presidenti: quattro rapinatori di banche, mascherati da Reagan, Johnson, Carter e Nixon. Gli intervalli tra un colpo e l’altro lasciano infatti pensare che il bottino serva a finanziare trasferte, durante l’inverno, nelle migliori località per surfare. 

Johnny incontra così Bodhi (Patrick Swayze), un surfista carismatico, e il poliziotto inizia ad apprezzarne il coraggio e il legame che ha stretto con i suoi amici. Un gruppo unito dall’adrenalina che si trova cercando l’onda più alta, quella più difficile da cavalcare, nel mare come in cielo, vista la loro passione per spericolati lanci con il paracadute. Purtroppo la teoria si rivela corretta: Bodhi e compagni risultano essere proprio la banda degli ex presidenti, e Johnny si trova suo malgrado coinvolto in una rapina. Il prezzo da pagare per riuscire a ritrovare se stesso sarà alto, anche perché la morale di Bodhi (“Si può vivere a diversi livelli e farsi le regole da sé. Perché essere schiavo della legge quando puoi esserne il padrone?”) diventa difficile da resistere… 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.