“Piacenza-Milano, il 18 presentazione del progetto di metro veloce” foto

Al via a Palazzo Garibaldi i lavori del consiglio provinciale. Nel corso delle comunicazioni iniziali il presidente della Provincia Massimo Trespidi, è intervenuto su vari temi

Più informazioni su

A Palazzo Garibaldi nuova seduta del consiglio provinciale. Nel corso delle comunicazioni iniziali il presidente della Provincia Massimo Trespidi è intervenuto su vari temi. “In merito alla diga del Brugneto – ha detto – è intenzione dell’amministrazione attivare un tavolo per rivedere il disciplinare del Brugneto, da farsi in tempi non sospetti, ossia non in estate in emergenza siccità.

La Provincia, su sollecitazione dell’assessore regionale Paola Gazzolo, contribuirà alla definizione di un contratto di fiume, sulla scorta delle indicazioni arrivate dal consiglio provinciale. Sulla richiesta del consigliere Brusamonti, Trespidi si dice pronto ad organizzare commissioni dedicate al Patto di Stabilità, non appena la Regione fornirà le indicazioni necessarie.


Su Expo 2015,
Trespidi ha aggiornato il consiglio sulla costituzione di una società di scopo, con la firma di un protocollo d’intesa da parte di 28 associazioni di categorie. Proprio oggi il presidente della Camera di Commercio e Silvio Ferrari. Rappresentante della società, sono a Milano a Padiglione Italia per definire la partecipazione di Piacenza. Il nostro territorio avrà uno stand in un punto strategico di Expo. Una volta definito il tutto, si procederà a una audizione di Silvio Ferrari.

Lunedì 18 novembre
Trespidi stesso, insieme al sindaco Paolo Dosi e al presidente degli industriali Emilio Bolzoni, presenterà all’assessore lombardo ai trasporti il progetto di collegamento veloce (ogni mezz’ora) tra Piacenza e Milano. Infine il monumento agli Emigrati sarà posizionato nella sede della Provincia, in corso Garibaldi, per non favorire nessuno. Il posizionamento si terrà sabato 16 novembre alle 11.


MODIFICA DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO PROVINCIALE –
Approvata con i voti favorevoli della maggioranza (ai contrari della minoranza si è aggiunto Enzo Varani del Gruppo Misto, astenuto Giulio Maserati (Udc)) la delibera con la quale si proponeva la modifica del regolamento del consiglio provinciale, avanzata dai consiglieri che si riconoscono nel partito Fratelli d’Italia, Simone Mazza, Michele Magmaschi e Filippo Bertolini. Si chiede di poter consentire di creare nuovi gruppi consiliari, qualora vi fosse questa richiesta presentata da almeno due consiliare, visto che al momento questa possibilità non è contemplata dal regolamento.

Favorevoli anche gli altri esponenti della maggioranza, come Antonino Coppolino (Pdl) e Thomas Pagani (Lega Nord). Contrari invece i rappresentanti della minoranza, come Gianluigi Boiardi (Nuovo Ulivo) e Maurizio Villa (Pd), facendo presente che altre istanze simili non erano state prese in considerazione.


IVA COOP SOCIALI
– Nonostante il rischio di aumento dell’Iva per le coop sociali sia stato scongiurato, il presidente Trespidi ha proposto, a suggello dell’importanza dell’argomento, di votare ugualmente un provvedimento in merito al mantenimento dell’Iva al 4% sulle prestazioni dei servizi resi dalle stesse cooperative. Il provvedimento viene votato all’unanimità.


CENTRALE 118
– Si passa alla discussione sul punto dedicato al mantenimento del 118 a Piacenza, presentato da tutti i capigruppo consiliari della Provincia. Gianluigi Boiardi (Nuovo Ulivo) e Luigi Gazzola (Idv) riferiscono di non aver avuto modo di visionare il documento. Dopo una sospensione il documento (che tra l’altro chiede l’integrazione del servizio con l’elisoccorso) viene approvato all’unanimità.

Interrogazione del consigliere del gruppo misto Enzo Varani, circa i ritardi nei pagamenti dei servizi effettuati alle Pubbliche Assistenze. Risponde il presidente della Provincia Trespidi, il quale specifica che le fatture vengono saldate a 90 giorni dall’emissione. Chiude la seduta sempre Varani, con la richiesta di chiarimenti rispetto agli obblighi dei commercianti ambulanti di ortofrutta. Risponde l’assessore Maurizio Parma. ’Condivido in parte preoccupazioni, ma i riferimenti normativi stabiliscono che i controlli siano di competenza dei Comuni, l’autorizzazione alla vendita viene rilasciata dai singoli Comuni in cui la vendita viene effettuata’.


I CONSIGLIERI
– Sicurezza a bordo degli autobus Seta, a porre il problema oggi, in consiglio provinciale, è Michele Magnaschi dei Fratelli d’Italia, sulla scorta degli accadimenti più recenti. Il consigliere chiede che si incentivino i controlli.


Giovanni Cattanei
del Pdl stigmatizza le spese pazze dei consiglieri regionali dell’Emilia Romagna, e chiede al presidente del consiglio provinciale Roberto Pasquali se e come siamo stati utilizzati i fondi spesa dei consiglieri provinciali. Pasquali dice che lo scorso anno il budget ammontava a 500 euro, tagliati per il 2013 dalla spending rewiew. Alcuni consiglieri hanno utilizzato il bonus, documentando però come sono stati spesi i soldi. “Nessuno li ha impiegato in modo improprio. Non figurano spese per toilette, gioielli, cene”. 


Brusamonti
del Pd interviene in merito al patto di stabilità, e chiede di organizzare commissioni e incontri dedicati al tema, con approfondimenti dedicati ad aiuti a famiglie in difficoltà.


Antonino Coppolino
del Pdl chiede una nuova audizione della Fondazione di Piacenza e Vigevano, alla luce dei nuovi problemi emersi in via S. Eufemia. Il presidente del consiglio Pasquali ipotizza che un incontro possa tenersi in dicembre. Gianluigi Boiardi (Nuovo Ulivo ) propone che si convochi una commissione ad hoc con i due consiglieri della Fondazione indicati dalla Provincia di Piacenza.


Enzo Varani
(Gruppo Misto) esprime solidarietà a Pomì, azienda che commercializza salsa di pomodoro, utilizzando le produzioni locali, al centro di contestazioni per le proprie scelte pubblicitarie. ’L’indicazione ’padano’ sul marchio Pomì serve solo a indicare la zona di provenienza del prodotto, ossia dove viene lavorato – aggiunge Giampaolo Maloberti della Lega -, il vero problema e’ che non viene consentita l’etichettatura corretta del prodotto, con l’indicazione della provenienza’.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.