Quantcast

Piacenza ricorda Kennedy  a 50 anni dalla morte. Lo spettacolo

Lo spettacolo, nato da un’idea di Alberto Dosi, Alberto Fermi e Stefano Pareti per celebrare il 50° anniversario dell’assassinio del presidente John Fitzgerald Kennedy, vuole offrire l’occasione di ripercorrere i momenti più significativi dei 1000 giorni della Presidenza Kennedy attraverso i filmati dell’epoca, la musica e le riflessioni di cinque personaggi recitanti

Piacenza ricorsa il presidente Usa John Fitzgerald Kennedy  a 50 anni dalla morte. Giovedì 21 novembre, alle ore 21.15, presso il Teatro dei Filodrammatici, in via Santa Franca 33, andrà in scena “The dream, a 50 anni da Dallas”.

Lo spettacolo, nato da un’idea di Alberto Dosi, Alberto Fermi e Stefano Pareti per celebrare il 50° anniversario dell’assassinio del presidente John Fitzgerald Kennedy, vuole offrire l’occasione di ripercorrere i momenti più significativi dei 1000 giorni della Presidenza Kennedy attraverso i filmati dell’epoca, la musica e le riflessioni di cinque personaggi recitanti.

La regia è di Carolina Migli; la sezione video è curata da Roberto Dassoni; i testi e la drammaturgia sono di Alberto Fermi; gli interpreti sono Doris Awuah, Roberto Bernasconi, Daniele Dall’Olio e Sarah Patanè; la selezione musicale è di Alberto Dosi e i brani dal vivo saranno eseguiti da Bernardo Lanzetti, una delle voci più importanti del Rock Progressivo sia in Italia che all’estero, già leader degli Acqua Fragile e voce della P.F.M.

“The dream” è patrocinato dall’Associazione Amici del Teatro Gioco Vita, dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano, dall’Editoriale Libertà, da The Gorbachev Foundation – Italian Branch e dal Robert F. Kennedy Center for Justice and Human Rights, presieduto dalla Signora Kerry Kennedy.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.