Quantcast

“Sfiducia alla Cancellieri”. L’appello di Molinari e una parte del Pd piacentino

C’è anche il neosegretario provinciale Gianluigi Molinari fra i firmatari della petizione pubblicata anche si Facebook e sul sito del partito piacentino. Ecco il testo integrale. 

Più informazioni su

Una presa di posizione di un nutrito gruppo di iscritti del Pd di Piacenza contro la scelta di non chiedere le dimissioni del ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri. C’è anche il neosegretario provinciale Gianluigi Molinari fra i firmatari della petizione pubblicata anche si Facebook e sul sito del partito piacentino. Ecco il testo integrale. 

I firmatari del presente appello, iscritti, militanti, dirigenti del Partito Democratico di Piacenza, intendono confermare il proprio giudizio politico negativo sulle mancate dimissioni del ministro Cancellieri e sulla scelta del Partito Democratico nazionale di non votarne la sfiducia.

È una presa di posizione che sentiamo di esprimere per onestà intellettuale nei confronti della nostra base, di chi quotidianamente dà linfa alle azioni che promuoviamo sul territorio. Ci saremmo aspettati, per coerenza e rispetto della persona, lo stesso rigore usato con l’ex ministro Josefa Idem, lasciando ad altri il facile esercizio di mettere sul piatto della bilancia la gravità delle due questioni.

Ancora una volta la voce dei militanti è rimasta inascoltata. Questo non va bene.  I candidati alla carica di Segretario Nazionale si erano espressi in modo sufficientemente chiaro per tracciare una linea. L’opinione degli iscritti era evidente.

Un Partito non può restare sordo a questi appelli. Altrettanto, un ministro della Repubblica sostenuto da forze di centro sinistra deve rimanere estraneo al benché minimo sospetto, deve godere di credibilità assoluta: qualità che, da oggi, non appartengono più al Guardasigilli Cancellieri. Qui non si tratta di celebrare processi in assenza di imputati, ma di trarre le opportune considerazioni sul piano etico.

È per questo che, pur nella leale presa d’atto di quanto altrove stabilito, riteniamo doveroso schierarci dalla parte del nostro popolo e dissentire con i dirigenti di Largo del Nazzareno e con la scelta di Enrico Letta.

Molinari Gianluigi
Sckokai Paolo
Benvenuti Michela
Borotti Stefano
Bricchi Michele
Buscarini Giorgia
Caragnano Loris
Carbone Pierangelo
Cisini Giorgio
Cugini Stefano
Curtoni Rino
Dametti Laura
Elefanti Marco
Fagnoni Angela
Fanti Alessandra
Fellegara Annamaria
Ferrari Elisabetta
Fiasché Maurizio
Fiazza Christian
Ghisoni Alessandro
Inzani Luisa
Rapetti Elisabetta
Reggi Roberto
Savinelli Paolo
Tarasconi Katia
Ziotti Ivan

Per tutti coloro che vorranno commentare, condividere o criticare questa presa di posizione, il documento è pubblicato su Facebook alla pagina facebook.com/pdpiacenza e su Twitter, all’indirizzo twitter.com/pdpiacenza, #lealimaseveri.
Copia della nota è a disposizione presso l’Unione provinciale del Partito Democratico in Viale Martiri della Resistenza 4 per chiunque volesse aggiungere la propria firma.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.