Quantcast

Unieuro, “salvo” il magazzino e paracadute per i lavoratori. Sciopero sospeso foto

Il magazzino logistico di Piacenza "salvo" e ammortizzatori sociali per i lavoratori in uscita dal centro direzionale. E’ la proposta che la nuova proprietà di Uniuro

Più informazioni su

Il magazzino logistico di Piacenza “salvo” e ammortizzatori sociali per i lavoratori in uscita dal centro direzionale. E’ la proposta che la nuova proprietà di Unieuro, Sgm ha illustrato ai sindacati nel corso del lungo incontro di ieri. Questa mattina i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil hanno informato i lavoratori durante una lunga assemblea, che alla fine ha deciso di sospendere lo sciopero indetto ad oltranza fino al 24 novembre, quando è previsto un nuovo incontro con i vertici aziendali.

“Con la proprietà – spiega Michele Vaghini della Cisl – si è aperto uno spiraglio nella trattativa, per questo è stato deliberato di sospendere l’agitazione. In sostanza la Sgm ci ha comunicato la volontà di mantenere operativo il magazzino logistico di Piacenza (che attualmente occupa circa 80 persone tra dipendenti diretti e in appalto ndr) con la possibilità, in presenza di un incremento degli ordinativi, di ricollocare una parte del personale in esubero sul comparto logistico. Una riqualificazione su base volontaria naturalmente.

Un’altra novità è che verrà prospettata a 15 lavoratori la possibilità, sempre su base volontaria, di trasferirisi nella sede di Forlì. Per quanto riguarda tutti gli altri dipendenti, la proprietà ci ha dato la disponibilità a mantenere il contratto di solidarietà in vigore fino all’aprile del 2014, successivamente verrà attivata la cassa integrazione straordinaria per un anno, con la possibilità di chiedere la mobilità nel caso qualche lavoratore riuscisse a ricollocarsi prima. Sono previste anche buone uscite ancora da negoziare”.

“Sono segnali di disponibilità alla trattativa – conclude Vaghini – prima sempre esclusa, che non si possono ignorare. Tuttavia attendiamo dall’azienda Sgm risposte più precise sugli incentivi e sulla prospettiva di ricollocare un maggior numero di lavoratori nel magazzino. Per questo sarà importante l’incontro del 24 novembre”. 

Inoltre il 3 dicembre prossimo, in occasione di una sua visita a Piacenza il ministro dello Sviluppo Economio Flavio Zanonato dovrebbe incontrare i lavoratori di Unieuro. 

LA MANIFESTAZIONE DEL 19 NOVEMBRE – Prosegue la protesta dei lavoratori di Unieuro che martedì sono tornati a manifestare davanti alla sede di Piacenza in concomitanza con un incontro, iniziato nel primo pomeriggio, tra i vertici di Sgm e i sindacati sul futuro dello stabilimento e sugli ammortizzatori sociali per i lavoratori.

Per Piacenza lo ricordiamo, a seguito della fusione con Marcopolo Expert, si parla della chiusura di magazzino e uffici. Fusione che, secondo quanto annunciato, porterà a 200 esuberi tra i lavoratori, in sciopero dal 12 Novembre. La mobilitazione proseguirà ad oltranza “fino a risposte certe sul futuro dei lavoratori da parte dei nuovi acquirenti”. Fischietti, trombe e megafoni hanno fatto da colonna sonora alla protesta, alla quale si è unita una delegazione di dipendenti della sede di Monticello d’Alba.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.