A Bettola la sesta edizione del Presepe Vivente

Le rappresentazioni, che si terranno nelle serate del 24 (con inizio alle ore 22) e 26 dicembre (inizio ore 21), del 29 dicembre (alle ore 15) e del 4 gennaio (alle ore 21) vedranno coinvolti oltre 100 volontari, tra figuranti alle prese con antichi mestieri e personaggi recitanti, tra cui il censore, Re Erode e i centurioni, gli Angeli, Maria, San Giuseppe, Gesù bambino e i Re Magi (solo il 4 gennaio)

Più informazioni su

Anche quest’anno il centro di Piazza Colombo, all’ombra del Santuario di Bettola, sarà completamente trasformato in un piccolo villaggio in cui si svolgerà la 6ª edizione del grande “Presepe Vivente”. Diverse casette di legno, un palazzo a due piani in stile ebraico, un grande mulino ad acqua, un ruscello, un ponticello, il palazzo di Re Erode (novità 2013), una barca dei pescatori ed altre costruzioni, oltre alla grande capanna della Sacra famiglia e ad un percorso delimitato per il passaggio dei visitatori, rimarranno allestiti per tutto il periodo natalizio.

Le rappresentazioni, che si terranno nelle serate del 24 (con inizio alle ore 22) e 26 dicembre (inizio ore 21), del 29 dicembre (alle ore 15) e del 4 gennaio (alle ore 21) vedranno coinvolti oltre 100 volontari, tra figuranti alle prese con antichi mestieri e personaggi recitanti, tra cui il censore, Re Erode e i centurioni, gli Angeli, Maria, San Giuseppe, Gesù bambino e i Re Magi (solo il 4 gennaio).

Inoltre un nutrito gruppo di narratori, composto quest’anno dalle classi del catechismo, coordinati da una regìa, presteranno la loro voce ai protagonisti delle 9 scene previste (dall’annunciazione a Maria ed il sogno di Giuseppe, passando per il censimento, il viaggio di Maria e Giuseppe verso Betlemme, la nascita di Gesù, l’adorazione dei pastori e degli altri personaggi del Presepe, fino all’arrivo dei Re Magi), accompagnati da sottofondo musicale di grande effetto e da alcuni “effetti speciali” che renderanno ancora più suggestiva l’atmosfera.

Tanti gli antichi mestieri impersonati dai figuranti: le locandiere, i muratori, i pastori, i falegnami, i boscaioli, il ciabattino, i fabbri, i fornai, i vasai, i pescatori, le lavandaie, le olivaie, l’arrotino, il mugnaio, il fruttivendolo, i contadini, le filande e le ricamatrici, i musici e il venditore di caldarroste. Numerosi anche gli animali veri, protagonisti o da contorno alle rappresentazioni, per la gioia dei più piccoli: l’asino, il bue, alcune pecore, capre, galline, conigli e cavalli.

Al termine di ciascuna rappresentazione, mentre i figuranti continueranno a recitare la loro parte, tutti gli spettatori avranno la possibilità di entrare nell’apposito percorso per ammirare da vicino tutti i personaggi fino ad arrivare alla capanna della Sacra Famiglia. Alla fine caldarroste e vin brulé per tutti.

La sera della Vigilia, inoltre, i figuranti parteciperanno alla Santa Messa di mezzanotte in Santuario.

Il “Presepe vivente” di Bettola, coordinato da AVIS e Proloco Borgonure, si svolge grazie all’aiuto di numerosi volontari bettolesi ed ha il patrocinio dell’Amministrazione comunale.

Inoltre all’interno del Santuario, dal 24 Dicembre al 6 gennaio, è possibile visitare la mostra dei presepi realizzati dagli allievi delle scuole elementari e medie di Bettola.

Per informazioni: Comune tel 0523-917718 – comune.bettola@sintranet.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.