Quantcast

Caorso, rubata dal presepe la statua della Madonna

Presa di mira, per quella che pare avere tutti i contorni di una bravata, la rappresentazione posizionata al centro della frazione di Zerbio. Al posto della statua, sulla tettoia della capanna della Natività è rimasto un cartello, scritto dagli abitanti della frazione, che ringrazia ironicamente i responsabili

Più informazioni su

Un gesto odioso quello compiuto da ignoti che si sono impadroniti della statua rappresentante la Madonna all’interno di un presepe. E’ accaduto nella frazione di Zerbio di Caorso (Piacenza). Presa di mira, per quella che pare avere tutti i contorni di una bravata, la rappresentazione, realizzata dai volontari di Anspi con la collaborazione di alcuni bambini, posizionata al centro del paese. Al posto della statua, sulla tettoia della capanna della Natività è rimasto un cartello, scritto dagli abitanti della frazione, che ringrazia ironicamente i responsabili: “Grazie per avere rubato la Madonna”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.