Quantcast

Cavalli (Lega) “A rischio i treni tra Piacenza e Cremona”

Dopo il taglio parziale delle corse ferroviarie lungo la Piacenza - Cremona, ora sotto l’incudine di Trenitalia finisce l’ipotesi-soppressione delle quattro corse del mattino (5.32 e 7,12 da Cremona per Piacenza, 6,34 e 7,59 da Piacenza per Cremona), le uniche scampate alla mannaia della riorganizzazione del 2011. 

Più informazioni su

Comunicato stampa del consigliere regionale della Lega Nord, Stefano Cavalli

Dopo il taglio parziale delle corse ferroviarie lungo la Piacenza – Cremona, ora sotto l’incudine di Trenitalia finisce l’ipotesi-soppressione delle quattro corse del mattino (5.32 e 7,12 da Cremona per Piacenza, 6,34 e 7,59 da Piacenza per Cremona), le uniche scampate alla mannaia della riorganizzazione del 2011. 

I collegamenti sarebbero a rischio, dopo essere stati per anni nel mirino delle proteste dei pendolari, penalizzati dalla riduzione del servizio e dalla parziale sostituzione con autobus, proteste che si sono sommate a quelle ‘tradizionali’ per: ritardi, soppressioni, sovraffollamenti. Il consigliere leghista Stefano Cavalli porta in Regione l’allarme che rimbalza in questi giorni dai territori e si appella all’assessore Alfredo Peri. All’esponente di giunta chiede “se sia al corrente delle intenzioni di Trenitalia” di chiudere definitivamente il capitolo della Piacenza-Cremona e, nel caso, che cosa intenda fare per scongiurare il taglio.
“Da anni Trenitalia ha dato in pasto ai tagli una linea utile e trafficata, utilizzata da centinaia di lavoratori e studenti. Ora sembra voler infierire ulteriormente. Alla faccia della sbandierata mobilità sostenibile e degli incentivi all’utilizzo dei trasporti pubblici – dice Cavalli -. Una scelta che – se confermata – dimostrerebbe ancora una volta la profonda incoerenza delle politiche dei trasporti, fatte di tanti slogan e di nessun contenuto”. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.