Quantcast

Domani Primarie Pd, istruzioni per l’uso LO SPECIALE foto

51 seggi su tutta la provincia che coinvolgeranno circa 350 persone. Sono i numeri in campo a Piacenza per le primarie del Partito Democratico che domenica prossima 8 dicembre

Più informazioni su

51 seggi su tutta la provincia che coinvolgeranno circa 350 persone. Sono i numeri in campo a Piacenza per le primarie del Partito Democratico che domenica 8 dicembre sceglieranno il nuovo segretario nazionale. In campo Giuseppe Civati, Gianni Cuperlo e Matteo Renzi.

I seggi sono aperti domenica dalle 8 alle 20 (LEGGI QUI L’ELENCO). Otto quelli allestiti a Piacenza: all’Auditorium S. Ilario, alla cooperativa di S.Antonio, alle sedi delle ex circoscrizioni 2, 3, 4, al centro civico della Besurica, ed alle cooperative di Roncaglia e Mortizza.

CHI PUO’ VOTARE – Possono votare tutte gli elettrici ed elettori che abbiano compiuto il 16esimo anno di età. Per i non iscritti al partito è richiesto un contributo di due euro. Gli elettori dovranno presentare un documento d’identità valido e, se iscritti, la tessera di iscrizione al Pd. I ragazzi tra i 16 e i 18 anni, gli studenti, i lavoratori fuori sede e i cittadini temporaneamente fuori sede per motivi personali, debbono obbligatoriamente registrarsi online per poter votare sul sito internet www.primariepd2013.it. Per tutti la registrazione online si potrà effettuare fino alle ore 12 del 6 dicembre 2013.

Il voto è aperto anche ai cittadini stranieri in possesso di regolare permesso di soggiorno. Si vota al seggio di appartenenza che risulta dalla residenza; sul sito pdpiacenza.it, insieme a tutte le informazioni, si troverà uno stradario con i seggi corrispondenti alle vie di residenza.

LE LISTE IN CAMPO – Collegate ai candidati nazionali vi sono tre liste locali, ciascuna composta da cinque nomi. Per Renzi il capolista è Roberto Reggi, Daniele Bosoni per Civati e Giulia Piroli per Cuperlo.
LEGGI LE PRESENTAZIONICUPERLO – RENZI – CIVATI

LE PRECEDENTI PRIMARIE – Una delle incongnite del voto di domenica riguarda l’affluenza ai seggi. Vale la pena ricordare che nelle primarie del 2012 (che tuttavia non riguardavano solo il segretario per Pd, ma la designazione del leader della coalizione di centrosinistra Italia Bene Comune) a Piacenza e provincia votarono 18mila e 300 persone al primo turno e quasi 17mila al secondo (il ballottaggio fra Bersani e Renzi). Se torniamo al 2009, alle primarie interne che elessero Pierluigi Bersani segretario del Pd, a Piacenza votarono 14mila e 85 persone: Bersani totalizzò 9115 voti (pari al 64,71 %), Dario Franceschini 3188 (22,43 %) e Ignazio Marino 1646 (11,69 %).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.