Quantcast

Faletti “sorprendentemente” in mostra alla Casa Iori

Giovedì 19 dicembre alle ore 18.00 si alzerà il sipario sulla prima tappa Italiana di Sorprendentemente, la personale di Giorgio Faletti ora in esposizione alla Galleria Berrino a Monaco Ville, Principato di Monaco

Più informazioni su

Giorgio Faletti SOPRENDENTEMENTE
dal 19 al 22 dicembre IORI CASA D’ASTE rinnova l’appuntamento con l’arte internazionale

Giovedì 19 dicembre alle ore 18.00 si alzerà il sipario sulla prima tappa Italiana di Sorprendentemente, la personale di Giorgio Faletti ora in esposizione alla Galleria Berrino a Monaco Ville, Principato di Monaco.

A portare a Piacenza questo prestigioso evento sarà ancora una volta la Iori Casa d’Aste, confermando la sua vocazione nella promozione di artisti capaci di esprimere il loro talento attraverso differenti linguaggi.
Dopo il successo dell’ultima mostra, sarà il poliedrico genio di Giorgio Faletti il protagonista di un racconto per immagini che trasporta il visitatore in un viaggio estetico attraverso la contemporaneità.
Scrittore, attore, musicista e ora anche pittore, Faletti sperimenta questo nuovo mezzo espressivo quasi per gioco. Nel 2010 partecipa ad una mostra collettiva per una raccolta benefica di fondi . Notato da Tiziana Leopizzi, poi sua promotrice e responsabile di Ellequadro Documenti – Archivio internazionale d’arte contemporanea – il percorso di Faletti nelle arti figurative si trasforma in qualcosa di indispensabile al suo modo di essere.

È come se tutto ciò che tocca si trasformasse in oro, ma al contrario del mito greco, dietro ai gesti di Faletti non esiste nessuna velleità di gloria o di successo ma solo un’innata capacità di svelare i segreti della contemporaneità.

È grazie all’eclettismo dell’ingegno che il tempo sembra moltiplicarsi nelle sue mani: una magia creativa attraverso cui il quotidiano diventa il protagonista di opere specchio della commedia umana. Dipinti su tela e su carta, collage, materiche composizioni dove il colore (grande protagonista) conduce l’occhio in un divertente universo popolato da oggetti che diventano l’ironico simbolo di una società in frenetico divenire. Perchè “se il libro è il tempo, un quadro è un lampo”, dice Faletti. Per l’artista ogni sentimento trova il suo corrispondente in un mezzo espressivo differente.
Nasce da qui il titolo voluto da Tiziana Leopizzi: “Sorprendentemente perché Faletti sorprende per primo se stesso animato da una curiosità insaziabile , ed è il piacere di scoprire fino a dove il talento umano riesce a spingersi”

Vernissage alla presenza dell’artista
giovedì 19 dicembre alle ore 18.00

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.