Quantcast

Gremio Sardo, stasera la cena della solidarietà per la Sardegna

"La serata - spiega il presidente Mossa - vuole essere l’occasione per incontrarsi in amicizia nel proseguo di quell’opera di solidarietà concreta che ha portato assieme agli altri settanta circoli federati nella FASI alla raccolta provvisoria di circa 70mila euro"

Più informazioni su

La tradizionale cena sociale di fine anno del “Gremio Sardo Efisio Tola”, in programma domenica 15 dicembre presso il ristorante Po a Piacenza, oltre al tradizionale momento per lo scambio degli auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo vuole essere una “Cena della solidarietà per la Sardegna”.

“Purtroppo – sottolinea il presidente del Gremio Sardo Bastianino Mossa – sono ancora impresse nella memoria di tutti noi le immagini di distruzione e devastazione che l’uragano Cleopatra ha arrecato al territorio sardo, in modo particolare alla città e alla provincia di Olbia e ad alcune zone del nuorese e dell’oristanese interessando ben sessantuno comuni. Devastazione che purtroppo ha provocato diciassette vittime tra cui alcuni bambini e il ferimento di altre numerose persone. Una vera e propria catastrofe”.

“La serata del 15 dicembre, per i sardi e i piacentini amici della Sardegna, vuole essere l’occasione per incontrarsi in amicizia nel proseguo di quell’opera di solidarietà concreta che ha portato assieme agli altri settanta circoli federati nella FASI (Federazione Associazioni Sarde in Italia) alla raccolta provvisoria di circa 70.000 euro (come da sito FASI-ITALIA.it) da destinare a un importante progetto di ricostruzione nelle aree devastate”.

“Durante la serata – prosegue – si cercherà di capire il senso comune della generosa solidarietà verso un popolo, che pur lontano oltre mare, tutti sentono il dovere di aiutare, assieme alla sua terra bellissima, forte e fragile allo stesso tempo che anche noi in ” Continente” ha il dovere di tutelare. A tal riguardo ci aiuterà la preziosa testimonianza dell’amico Roberto Rossi, sardo, anche se piacentino di nascita, che ha vissuto in prima persona il dramma dell’alluvione di Olbia prodigandosi con tutto l’impegno possibile per cercare di alleviare la sofferenza dei suoi concittadini”.

Il menù della cena, tipicamente isolano, esalterà la ricchezza dell’offerta agroalimentare sarda, e sarà accompagnato dalla cultura musicale sarda del gruppo “Ballade ballade bois” di Carlo Boeddu”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.