Quantcast

Il grande gospel americano torna a Piacenza, Travo e Fidenza

Si apre questo sabato, 21 dicembre, la sesta edizione del Gospel Fest, la rassegna organizzata da Fedro che da alcuni porta le più prestigiose corali gospel statunitensi nelle chiese e nei teatri più belli del nostro territorio

Più informazioni su

Si apre questo sabato, 21 dicembre, la sesta edizione del Gospel Fest, la rassegna organizzata da Fedro che da alcuni porta le più prestigiose corali gospel statunitensi nelle chiese e nei teatri più belli del nostro territorio.  La serata inaugurale del Gospel Fest si terrà a Travo, nella chiesa parrocchiale situata nel borgo antico, location molto apprezzata e storica roccaforte del gospel di Fedro: proprio a Travo, infatti, nell’inverno del 2008 si tenne il primo concerto di quella che poi sarebbe diventata una rassegna di grande successo e grande consenso di pubblico.

Negli anni, sull’altare della chiesa di Travo si sono susseguite formazioni dalle sonorità anche molto diverse tra loro, ma sempre di grande pathos, dai Followers of Christ, ospitati lo scorso anno, alle britanniche Black Voices.  La collaborazione tra Fedro e l’amministrazione comunale di Travo ha permesso che questo piccolo miracolo musicale di Natale andasse in scena ancora una volta. Tale impegno congiunto, del resto, è stato sempre ben premiato: anno dopo anno sono andate in crescendo le presenze a Travo per i concerti del Gospel Fest, ed in parallelo è cresciuto anche l’entusiasmo e la partecipazione del pubblico presente, che si è lasciato trascinare in canti e danze collettivi.  Per il Natale 2013 arriveranno a Travo i Nu Kingdom Singers, alla loro prima tournée italiana.

Questi quatto ragazzi, tutti originari di Jackson, Mississippi, si esibiscono insieme da sempre, fin da quando, piccolissimi, si conobbero nella corale della chiesa battista che frequentavano con le loro famiglie.  Il salto di qualità ed il passaggio alla maturità artistica arriva quando Timothy Ashmore, il leader del gruppo, ha avuto il talento e le capacità di ufficializzare l’unione di un quartetto di amici e trasformarli in uno degli Ensamble gospel più apprezzati dello Stato.

Il Mississippi, terra legata alla musica in un modo forse unico al mondo, ha una ricca e preziosa tradizione di gospel, e in molte zone  le persone sono abituate ad ascoltare tale genere musicale quasi quotidianamente, in situazioni legate alla spiritualità ma non soltanto. E’ proprio da questo ambiente così caratteristico che arrivano Ashmore e suoi, ed è proprio in questo ambiente che i Nu Kingdom hanno riscosso un enorme successo. Dopo averli sentiti dal vivo, il pastore Albert Mickel (leader del gruppo Joyful Gospel Singers, una vecchia conoscenza del Gospel Fest) ha dato il via alla loro carriera internazionale: il concerto di Travo fa parte di un progetto-tour che porterà i quattro ragazzi di Jackson ad esibirsi in diversi paesi europei a cavallo tra 2013 e 2014.

Lo stile dei Nu Kingdom rompe tutte le regole del gospel classico, i pezzi che propongono nei loro concerti hanno spesso radici molte antiche, ma la tradizione viene accostata a sonorità della musica moderna, dal blues al soul, in una continua ricomposizione di melodie a cui tutti sono abituati, trasformandole in qualcosa di nuovo ed inaspettato.  Il concerto dei Nu Kingdom Singers inizierà alle ore 21:15. I biglietti, dal costo di 10 euro (ingresso gratuito per i bambini fino a dieci anni) potranno essere acquistati alla biglietteria posta all’ingresso della chiesa parrocchiale di Travo a partire dalle ore 20:30.

Dopo la serata inaugurale di Travo, il Gospel Fest torna in città per celebrare un rito che ormai fa parte della tradizione natalizia piacentina: il grande concerto di Natale in Santa Maria di Campagna. La sera del 25 dicembre, a Piacenza arriveranno i Friendly Travelers, che regaleranno alla città un concerto irripetibile , interamente “a cappella”. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.