Quantcast

“Il ritorno a casa”, oggi Pinter in scena al Municipale 

Uno dei testi più sconvolgenti e meno frequentati di Pinter. Un maestro indiscusso della scena contemporanea come Peter Stein. 

Uno dei testi più sconvolgenti e meno frequentati di Pinter. Un maestro indiscusso della scena contemporanea come Peter Stein. Un meraviglioso cast di attori tutti all’altezza dei loro ruoli. Un appuntamento da non perdere al Teatro Municipale di Piacenza, indubbiamente, quello con “Il ritorno a casa”, in scena oggi martedì 3 e domani mercoledì 4 dicembre 2013 alle ore 21 per la Stagione di Prosa “Tre per Te” organizzata da Teatro Gioco Vita, direzione artistica di Diego Maj, con la Fondazione Teatri, il Comune di Piacenza – Assessorato alla Cultura e il sostegno di Fondazione di Piacenza e Vigevano, Cariparma, Iren.
 
Lo spettacolo, prodotto dal Teatro Metastasio di Prato, ha debuttato la scorsa estate nell’ambito del 56esimo Festival di Spoleto riscuotendo unanime consenso di pubblico e critica e vede in scena, diretti da Peter Stein, Paolo Graziosi, Alessandro Averone, Elia Schilton, Rosario Lisma, Andrea Nicolini, Arianna Scommegna. Il testo di Harold Pinter è tradotto da Alessandra Serra. All’allestimento hanno lavorato anche Ferdinand Woegerbauer (scenografia), Anna Maria Heinreich (costumi), Roberto Innocenti (luci) e Carlo Bellamio (assistente alla regia). 
 
“Il ritorno a casa” è un testo del ‘65 che parla della carenza d’amore attraverso personaggi sgradevoli, duri e crudeli, enucleata nello scontro uomo-donna e nella più pericolosa conflittualità maschile. Nelle motivazioni con cui al drammaturgo inglese è stato assegnato il premio Nobel 2005 per la letteratura si legge, tra le altre cose, che l’autore «nelle sue commedie scopre il baratro che sta sotto le chiacchiere di tutti i giorni e spinge ad entrare nelle stanze chiuse dell’oppressione». Le «stanze chiuse» ne “Il ritorno a casa” sono quelle della famiglia.
 
Ruth (Arianna Scommegna) è la moglie di Teddy (Andrea Nicolini), che insegna filosofia in un’università americana e che decide di tornare a Londra per far visita alla sua famiglia. Dopo la morte della madre, in casa abitano il violento e bisbetico padre Max (Paolo Graziosi), i fratelli Lenny (Alessandro Averone), che si scoprirà essere un magnaccia, e Joey (Rosario Lisma), un boxeur semiritardato, e lo zio Sam (Elia Schilton), unica presenza dall’indole mansueta. La presenza di Ruth in quella dimora abitata solo da uomini modifica i rapporti all’interno della famiglia e fa detonare le perversioni e le pulsioni di dominio annidate nel nucleo familiare. 
 
«Sin da quando ho visto la prima londinese, quasi 50 anni fa, – spiega il regista Peter Stein – ho desiderato mettere in scena “Il ritorno a casa”. È forse il lavoro più cupo di Pinter, che tratta dei profondi pericoli insiti nelle relazioni umane e soprattutto nel rapporto precario tra i sessi. La giungla nella quale si combatte è, naturalmente, la famiglia. 
 
I comportamenti formali, più o meno stabili si tramutano in aggressività fatale e violenza sessuale quando uno dei fratelli con la sua nuova moglie ritorna dall’America. Tutte le ossessioni sessuali maschili in questa famiglia di serpenti si proiettano sull’unica donna presente. Nelle fantasie degli uomini, e nel loro comportamento, viene trasformata in puttana e non le rimane che la possibilità della vendetta, assumendo quel ruolo e soddisfacendo la loro bramosia più del previsto. Come sempre nei finali di Pinter tutto rimane aperto. È un lavoro esclusivamente per attori. L’iniziativa di questo allestimento è partita dai membri del cast de “I Demoni” che era abituato ad un lavoro di stretta interazione…»
 
 
PREZZI
 
Platea
€ 28 (intero) € 24 (ridotto) € 16 (possessori family card)
 
Posto Palco
€ 26 (intero) € 22 (ridotto) € 14 (possessori family card)
 
Ingresso palchi/galleria
€ 16 (intero) € 14 (ridotto)
 
Galleria numerata
€ 21 (intero) € 19 (ridotto) € 13 (possessori family card)
 
Loggione numerato
€ 13 (intero) € 11 (ridotto) € 4 
 
Ingresso loggione
€ 8 (possessori family card)
 
Studenti
€ 13 (posto unico in galleria) € 4 (possessori family card)
 
Last minute
€ 15 (platea e posto palco), € 11 (galleria), € 4 (loggione)
 

INFO E BIGLIETTERIA
TEATRO GIOCO VITA, Via San Siro 9, Piacenza – Telefono 0523.315578 – biglietteria@teatrogiocovita.it
Orari di apertura: dal martedì al venerdì ore 15-18; sabato ore 10-13. Il giorno dello spettacolo la biglietteria funziona unicamente nella sede della rappresentazione a partire dalle ore 19 (Teatro Municipale, via Verdi 41, tel. 0523.492251).
 

Per informazioni: Teatro Gioco Vita – Teatro Stabile di Innovazione, Biglietteria 0523.315578 – Uffici 0523.332613.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.