L’associazione Bottigelli regala lavagna multimediale alla Giordani

Santa Lucia ha regalato una lavagna multimediale ai bimbi della quinta B della scuola Giordani. Non è uno scherzo nè una favola, anche se in deroga alle tradizioni questa volta la Santa ha scelto di farsi aiutare dall'associazione William Bottigelli, da sempre molto attenta nelle iniziative di solidarietà rivolte ai più giovani. 

Santa Lucia ha regalato una lavagna multimediale ai bimbi della quinta B della scuola Giordani. Non è uno scherzo nè una favola, anche se in deroga alle tradizioni questa volta la Santa ha scelto di farsi aiutare dall’associazione William Bottigelli, da sempre molto attenta nelle iniziative di solidarietà rivolte ai più giovani. 

Il prezioso strumento didattico è stato ufficialmente presentato oggi, da Mario Chitti e Luigi Carini dell’associazione Bottigelli, insieme alle insegnanti Maria Catena Sardella, Alessandra Moreschi e la dirigente scolastica Mariuccia Zavattoni. 

“Senza voler sminuire l’insegnamento tradizionale, questa lavagna rappresenta uno strumento didattico molto utile – sottolinea la preside Zavattoni -. Ne abbiamo già a disposizione 4, due di queste donate al ministero, e altre 2 da altre associazioni, grazie alla mediazione dei genitori, su un totale di 18 classi. In questo caso, a fare da intermediario è stata l’insegnante Sardella”. 

“Dopo aver avuto modo di conoscere l’associazione Bottigelli, abbiamo fatto richiesta, per poter ricevere questa lavagna, che consentirà a una nostra alunna, con difficoltà di apprendimento – spiega Maria Catena Sardella – di riuscire a seguire le lezioni con maggiore facilità”. 

Chitti e Carini hanno poi presentato l’attività dell’associazione, dedicata alla memoria di un ragazzo scomparso prematuramente, con finalità assolutamente no profit. Tra le iniziative sostenute figurano: sostegno a famiglie povere di Piacenza nell’assistenza a bambini con gravi patologie quali leucemia, distrofia muscolare, sindrome di Down, cardiopatie congenite, diabete giovanile; erogazione di borse di studio annuali a studenti di Piacenza particolarmente meritevoli ed appartenenti alle famiglie meno abbienti; sostegno alla Missione “Figlie di Gesu Buon Pastore Debub-Debarwa Asmara in Eritrea; sostegno all’iniziativa “Scuola calcio in Kosovo” che si prefige di creare una scuola calcio a Kline in Kosovo per bambini da 6 a 8 anni; sostegno all’Associazione ASSOFA di Piacenza. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.