Quantcast

Le Rubriche di PiacenzaSera - Economix

Master in Business Administration per una carriera sicura?

Secondo una classifica stilata dal Financial Times, il Global MBA Ranking 2013, i migliori manager del mondo provengono da Master in Business Administration (MBA) americani, soprattutto quelli che hanno frequentato l’Università di Harvard, che, ricordiamo, ha visto tra i propri studenti otto Presidenti, settantacinque premi Nobel e sessantadue miliardari viventi

Più informazioni su

Secondo una classifica stilata dal Financial Times, il Global MBA Ranking 2013, i migliori manager del mondo provengono da Master in Business Administration (MBA) americani, soprattutto quelli che hanno frequentato l’Università di Harvard, che, ricordiamo, ha visto tra i propri studenti otto Presidenti, settantacinque premi Nobel e sessantadue miliardari viventi.

In cima alla classifica, infatti, c’è proprio Harvard, seguita dalla Stanford Graduate School of Business e dalla Wharton. Solo al quarto posto compare un istituto inglese, la London Business School, seguita a ruota dalla Columbia Business School.

Rimanendo nella top 10 al sesto posto c’è la Insead, con sede sia in Francia che a Singapore, mentre il settimo gradino del podio è occupato dalla spagnola Iese Business School, seguita dalla cinese Hong Kong UST Business School, in ottava posizione, e le due statunitensi MIT Sloan e Booth University di Chicago, rispettivamente alla nona e decima posizione. Fatta eccezione per Francia ed Inghilterra, non sembra che le Università Europee siano considerate atenei altamente qualificati per la formazione manageriale. Per quanto riguarda l’Italia è solo la Sda Bocconi, con il suo trentanovesimo posto, a tenere alto il nome delle nostre Università.

Quali sono i reali vantaggi di chi frequenta un MBA ?

Al termine del master gli allievi sembrano maturare notevoli competenze per quanto concerne la capacità di leadership, l’autocontrollo, la gestione dei processi e l’acquisizione di una spiccata visione strategica, senza trascurare la velocità di inserimento nel mercato del lavoro a livelli dirigenziali, con stipendi sopra la media con la tendenza a crescere.

Infatti, i criteri di valutazione usati per definire la classifica del Global MBA Ranking 2013 riguardano la retribuzione media dei manager che hanno frequentato un determinato MBA, seguito dalla valutazione della percentuale di aumento e dalle probabilità di trovare un impiego nei mesi successivi la fine del master.

Com’è la situazione in Italia ?

Secondo il QS Global 200 Business Schools Report la SDA Bocconi é l’unica Business School italiana considerata “di alto livello” occupando il 6° posto della graduatoria europea (unica italiana nella classifica mondiale con il 39° posto). Il MIP Politecnico di Milano compare invece al 24esimo posto della classifica europea, mentre la MIB School of Management e la LUISS Business School occupano rispettivamente il 41esimo e il 47esimo posto della classifica europea.

Andrea Lodi (economix@piacenzasera.it)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.