Presepi piacentini in mostra a Zibello

Il caratteristico borgo rivierasco, famoso per la produzione del culatello, quest’anno rende omaggio al Maestro Giuseppe Verdi, nato a Roncole, borgo che da Zibello dista appena una manciata di chilometri

Più informazioni su

Ci sono anche le opere dei presepisti piacentini  Daniele Arcari di Lusurasco, Roberto Arcari di Fiorenzuola (che ha anche realizzato la riproduzione del centro di Castell’Arquato e del santuario di San Rocco di Ardola di Zibello), Rossano Farina di Villanova d’Arda, Carlo Tonanti di Cortemaggiore e della scuola dell’infanzia di Villanova d’Arda fra i presepi esposti nell’ambito della mostra “Presepi nella Bassa”, in corso fino al 6 gennaio a Zibello (Parma), nella piazza dedicata ad uno dei più grandi personaggi della zona: lo scrittore Giovannino Guareschi.

Il caratteristico borgo rivierasco, famoso per la produzione del culatello, quest’anno rende omaggio al Maestro Giuseppe Verdi, nato a Roncole, borgo che da Zibello dista appena una manciata di chilometri. E proprio per ricordare il Cigno di Busseto, al centro della mostra spicca un grande presepe, dedicato alla “Vergine degli Angeli” in cui compare lo stesso maestro. Un’altra natività è invece dedicata alle sue 27 opere.

La mostra comprende decine di composizioni. Ci sono quelle realizzate con i legni del Po (una addirittura in una radice di un albero vecchio di decine di migliaia di anni) e quelle ricavate in vecchie attrezzature e di campagna come botti, lanterne e macchine da cucire. Di spicco poi i presepi che vedono ripresi, fedelmente, i centri storici di borghi del Parmense e del Piacentino, o tipici scorci rurali della pianura emiliana. Una grande composizione simboleggia invece l’incontro tra Oriente e Occidente. Non  mancano poi i presepi in pietra, così come quelli realizzati con la lava o con la cera d’api o all’interno di un panettone. Ci sono poi quelli più tradizionali, mentre una intera sezione è dedicata a natività provenienti dai cinque continenti.  L’iniziativa è finalizzata a sostenere il progetto umanitario di accoglienza dei bambini saharawi che, ogni anno, si rinnova nel periodo estivo a Zibello. Quest’anno, per la prima volta, si andrà a sostenere anche l’attività benefica del locale Centro di solidarietà “Il Paradiso”.
La mostra è aperta tutti i festivi e prefestivi, dalle 14.30 alle 18: fino al 6 gennaio.
Per informazioni, tel.3386931689 e 3402499355  

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.