Quantcast

Protesta dei “forconi”, incontro col sindaco Dosi FOTO e VIDEO foto

“Basta con questa politica, siamo stanchi delle bugie”. Arriva anche a Piacenza come in tutto il resto d’Italia la protesta del coordinamento 9 dicembre che chiede un forte ed immediato cambiamento nel paese

Sono arrivati in piazza Mercanti cantando l’inno di Mameli, i manifestanti del comitato 9 dicembre (in altre città denominati “forconi”) che nel primo pomeriggio hanno promosso un corteo con circa 200 persone e una manifestazione dal gazebo di piazzale Genova fino al centro di Piacenza. In piazza una delegazione ha incontrato il sindaco Paolo Dosi, al quale hanno espresso le loro istanze con molta tranquillità, il primo cittadino si è congedato tra gli applausi dei manifestanti.
 

“Noi continueremo a protestare, se la situazione non cambierà resteremo senza lavoro” – hanno detto al primo cittadino. Nel corteo alcuni striscioni contro il governo e anche una bara per rappresentare la morte della politica.

“Basta con questa politica, siamo stanchi delle bugie”. E’ presente anche a Piacenza come in tutto il resto d’Italia la protesta del coordinamento 9 dicembre che chiede un forte ed immediato cambiamento nel paese: una trentina le persone che da lunedì manifestano davanti ad un gazebo, allestito tra il Liceo Respighi e l’inizio del Pubblico Passeggio, distribuendo volantini ai passanti e spiegando le ragioni della mobilitazione.

“I veri italiani si fermano”, era scritto sui volantini: un movimento spontaneo, sottolineano i promotori, senza bandiere o simboli politici: “Siamo semplici cittadini e lavoratori, non c’entriamo nulla con Forza Nuova come si è letto sulla stampa”.

I VIDEO

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.