Quantcast

Recuperato dai carabinieri dipinto del ’400 rubato a Castellarquato

Un dipinto del ’400, una adorazione del Bambino rubato nel settembre 1970 dal Museo della Collegiata di Santa Maria Assunta di Castell’Arquato (Piacenza), è stato recuperato dai carabinieri del nucleo Tutela patrimonio culturale di Venezia

Più informazioni su

Un dipinto del ’400, una adorazione del Bambino rubato nel settembre 1970 dal Museo della Collegiata di Santa Maria Assunta di Castellarquato (Piacenza), è stato recuperato dai carabinieri del nucleo Tutela patrimonio culturale di Venezia.

L’opera, originariamente indicata di Filippo Lippi, è stata ora attribuita al cosiddetto “Pseudo Pier Francesco Fiorentino”. Il dipinto è stato individuato sul mercato antiquario internazionale attraverso l’ausilio della banca dati dei carabinieri. 

Dopo il sequestro preventivo del quadro ad occuparsi di riconoscere l’opera sono stati gli studiosi della Soprintendenza di Parma e Piacenza. L’opera sequestrata non sarebbe attribuibile a Filippo Lippi ma ad uno dei suoi allievi, Pier Francesco Fiorentino. ll valore sul mercato sarebbe di 500mila euro.

Secondo quanto hanno scoperto i carabinieri, il dipinto era stato spacciato come un Filippo Lippi originale e lo stavano per battere all’asta a più di 800 mila euro. Ma i militari del nucleo tutela patrimonio culturale di Venezia se ne sono accorti e hanno sequestrato preventivamente l’opera prima che uscisse dall’Italia.

Il dipinto, rubato 43 anni fa (settembre 1970) nel museo della collegiata di Santa Maria Assunta di Castellarquato era scomparso per anni, per riapparire poi, qualche settimana fa, negli elenchi di in un’importante casa d’aste toscana.

A ritrovarlo gli uomini del maggiore Giuseppe Marseglia, comandante interprovinciale del nucleo tutela patrimonio culturale, durante i controlli periodici nel database nazionale dei carabinieri che ha al suo interno immagini e repertori iconografici di 5 milioni di opere d’arte rubate negli anni.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.